Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel 327 83 46 575; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; CF: 97063940155; IBAN: IT13N0306909606100000004341 - Intesa San Paolo
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1750299
Visitatori di oggi 11/08/2022 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Nuoto

Martina, il nuovo record italiano, i libri e lo sport: «Che soddisfazione. Ma è un duro colpo chiudere la vasca di Legnano»


da Varese Noi
- (15 febbraio 2022)

Nuovo record nei cento rana per Martina Rabbolini. Lo ha stabilito al Trofeo città di Tradate, dove la nuotatrice paralimpica (non vedente) ha conquistato il record italiano assoluto sbracciando a rana in 1 minuto, 30 secondi e 57.

Un record che va a inanellare le prestazioni già collezionate ai mondiali di Rio e Tokyo: la campionessa che si allena nel Team Legnano è giunta in finale nei 400 stile, 200 misti, 100 dorso e 100 rana, dove tra l’altro in lunga nella vasca da 50 metri ha agguantato un altro record italiano.

Per di più, domenica era reduce da un dolore fisico che nei giorni precedenti non le aveva concesso tregua. «Direi che è una soddisfazione amplificata – commenta Martina Rabbolini – Visto il problema alla gamba che mi era ricomparso. Sono molto contenta del risultato». Dopo il successo di domenica, la nuotatrice sta già pensando alla prossima tappa: la coppa del mondo a Lignano Sabbiadoro e poi, via con gli allenamenti in vista dei mondiali di metà giugno a Madeira in Portogallo.

Ventitrè anni, di Villa Cortese (si è a lungo allenata alla Manara di Busto Arsizio) con una laurea in scienze e tecnologie alimentari alla Statale di Milano, l’atleta della squadra di Legnano concilia al meglio sport e università. Frequenta la magistrale in “Alimentazione e nutrizione umana” al San Raffaele di Milano e ha l’obiettivo di diventare biologa nutrizionista specializzata in nutrizione per lo sport. Una meta che non sarà difficile da raggiungere, considerando che la nuotatrice ha le idee belle chiare: «Credo che l’alimentazione e la nutrizione siano elementi fondamentali per ogni persona e soprattutto per uno sportivo – aggiunge – Mi sto impegnando al massimo. In realtà lo studio occupa tutta l’altra parte della mia vita: se non sono in piscina sono in camera mia a studiare e viceversa».

Ben determinata a raggiungere i suoi obiettivi, Martina Rabbolini, spiega il segreto del successo. «Tanta passione – rivela – e non mollare mai, in tutti i settori, non solo nello sport». Allenata da Gianni Leoni, Maddalena Toia e Roberto Merlo, l’atleta del Team legnanese, va in piscina non solo tutti i giorni, ma anche due volte al giorno. Lei, come tutti gli atleti legnanesi, è preoccupata per la chiusura della vasca da 50 dell’impianto di Legnano: «È stato un duro colpo – spiega – Tra un mese ho la coppa del mondo in vasca lunga (da 50 metri) e per me è un’occasione per realizzare i tempi per del mondiale. Con la società stiamo cercando di definire al meglio gli spazi».

Per la campionessa di casa nostra il nuoto è tutto. «Sono nata con lo sport. A tre mesi mi hanno buttato in acqua e ho deciso di restare lì. Il nuoto mi ha formata e ha reso Martina quella che è adesso».

Indice articoli del 2022 Indice articoli di NUOTO

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2022 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS