Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel 327 83 46 575; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; CF: 97063940155; IBAN: IT13N0306909606100000004341 - Intesa San Paolo
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1749989
Visitatori di oggi 20/10/2021 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Varie

Paralimpiadi Tokyo 2021, saranno 113 (52 uomini e 61 donne) gli azzurri ai Giochi


da OASport
di Roberto Santangelo - (15 luglio 2021)

I Giochi Paralimpici di Tokyo 2021 si terranno tra martedì 24 agosto e domenica 5 settembre: saranno in palio nel complesso 539 titoli, dei quali 272 maschili, 227 femminili e 40 misti / open. In tutto alle Paralimpiadi saranno presenti 4400 atleti, dei quali 2318 uomini, 1782 donne e 300 per le gare di categoria mista / open. In tutto in Giappone, tra luglio ed agosto, in questa manifestazione saranno 22 le discipline protagoniste.

La delegazione italiana sarà composta da 113 atleti (61 donne e 52 uomini), in gara in 16 discipline, ovvero atletica leggera, badminton, canoa, canottaggio, ciclismo, equitazione, judo, nuoto, scherma, sitting volley, tennistavolo, sollevamento pesi, taekwondo, tiro a segno, tiro con l’arco, triathlon. I due portabandiera saranno Beatrice Vio (scherma) e Federico Morlacchi (nuoto).

Così Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico, al sito del CIP: “Manca più di un mese all’inizio dei Giochi Paralimpici e già possiamo celebrare un doppio traguardo storico. L’Italia, infatti, si presenterà a Tokyo con la delegazione più numerosa di sempre e con una partecipazione femminile superiore a quella maschile. Un risultato che testimonia la grande crescita degli ultimi anni del movimento paralimpico italiano sia sotto il profilo dei numeri e della rappresentanza di genere che dal punto di vista della competitività. Andremo in Giappone sapendo di avere una grande squadra che può regalare al nostro Paese tante gioie e soddisfazioni. Ma prenderemo parte a questi Giochi non solo con l’obiettivo di rappresentare un’eccellenza sportiva ma anche di continuare ad alimentare quella rivoluzione culturale silenziosa che sta contribuendo a cambiare la percezione della disabilità nel nostro Paese e nel mondo“.

Queste le parole di Valentina Vezzali, Sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio con delega allo Sport: “L’aumento esponenziale degli atleti che fanno parte della delegazione paralimpica significa allargamento della base, significa grande lavoro fatto dal Cip con tutte le associazioni sportive. Da parte del Governo, ad iniziare dal Premier Draghi che ho incontrato questa mattina e che ancora una volta ha condiviso il percorso intrapreso sullo sport, c’è la massima disponibilità verso questo settore che sono convinta può contribuire al cambiamento radicale nella cultura del nostro Paese. Gli atleti paralimpici sono in tutto e per tutto uguali a quelli olimpici, a dimostrazione che cultura sportiva e integrazione vanno di pari passo. Sono inoltre felice che le atlete azzurre stiano dicendo la loro. In questi ultimi anni lo sport italiano si sta dimostrando sempre più rosa, ma noi vogliamo che a vincere sia tutto il movimento sportivo italiano“.

I 113 QUALIFICATI DELL’ITALIA ALLE PARALIMPIADI TOKYO

Atletica: Martina Caironi, Monica Contrafatto, Oxana Corso, Arjola Dedaj, Ndiaga Dieng, Assunta Legnante, Alessandro Ossola, Ambra Sabatini, Oney Tapia. Un pass ancora da assegnare;

Badminton: Rosa De Marco (in attesa di decisione commissione internazionale);

Canoa: Veronica Silvia Biglia, Eleonora De Paolis, Esteban Gabriel Farias, Federico Mancarella;

Canottaggio: Lorenzo Bernard, Alessandro Brancato, Gianfilippo Mirabile, Greta Muti, Chiara Nardo, Cristina Scazzosi, Lorena Fuina (timoniere);

Ciclismo: Katia Aere, Pierpaolo Addesi, Fabio Anobile, Paolo Cecchetto, Diego Colombari, Fabrizio Cornegliani, Giorgio Farroni, Luca Mazzone, Francesca Porcellato, Andrea Tarlao, Ana Vitelaru;

Equitazione: Sara Morganti, Francesca Salvadè, Carola Semperboni, Federica Sileoni;

Judo: Carolina Costa, Matilde Lauria;

Nuoto: Alberto Amodeo, Simone Barlaam, Federico Bassani; Luigi Beggiato, Alessia Berra, Francesco Bettella, Vittoria Bianco, Federico Bicelli, Francesco Bocciardo, Monica Boggioni, Vincenzo Boni, Simone Ciulli, Antonio Fantin, Giulia Ghiretti, Carlotta Gilli, Giorgia Marchi, Emmanuele Marigliano, Riccardo Menciotti, Efrem Morelli, Federico Morlacchi, Xenia Francesca Palazzo, Misha Palazzo, Angela Procida, Martina Rabbolini, Stefano Raimondi, Alessia Scortechini, Arianna Talamona, Giulia Terzi, Arjola Trimi;

Scherma: Matteo Betti, Marco Cima, Edoardo Giordan, Emanuele Lambertini, Ionela Andreea Mogos, Rossana Pasquino, Loredana Trigilia, Beatrice Maria Vio;

Sitting volley: Giulia Aringhieri, Raffaella Battaglia, Flavia Barigelli, Giulia Bellandi, Silvia Biasi, Francesca Bosio, Eva Ceccatelli, Sara Cirelli, Sara Desini, Francesca Fossato, Roberta Pedrelli, Alessandra Vitale;

Tennistavolo: Giada Rossi, Michela Brunelli, Amine Mohamed Kalem, Andrea Borgato, Federico Falco, Matteo Parenzan, Matteo Orsi;

Sollevamento pesi: Donato Telesca;

Taekwondo: Antonino Bossolo;

Tiro a segno: Jacopo Cappelli, Nadia Fario, Andrea Liverani, Pamela Novaglio;

Tiro con l’arco: Matteo Bonacina, Giampaolo Cancelli, Elisabetta Mijno, Asia Pellizzari, Vincenza Petrilli, Eleonora Sarti, Stefano Travisani, Maria Andrea Virgilio;

Triathlon: Giovanni Achenza, Anna Barbaro, Alberto Buccoliero, Rita Cuccuru, Veronica Yoko Plebani.

Roberto Santangelo

Indice articoli del 2021 Indice articoli di VARIE

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2021 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS