Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747813
Visitatori di oggi 21/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Baseball

Francesco e il baseball, passione che abbatte ogni ostacolo


da Affari Italiani
di Lorenzo Zacchetti - (2 novembre 2015)

Francesco vive a Milano, ma ha una passione sfrenata per il baseball, sport tipicamente americano. Se vi state immaginando un tipo esuberante alla Alberto Sordi in “Un americano a Roma”, siete fuori strada. Francesco Cusati, detto “El President”, è tanto dinamico in campo quanto è placido fuori, ma soprattutto è una vera e propria istituzione del baseball per ciechi. Sì, “per ciechi”, perché questa è la denominazione ufficiale di questo sport, che ha una sua federazione, nella quale si preferiscono i fatti a locuzioni verbali più soft come potrebbe essere “non vedenti”.

Già, ma come è possibile giocare a baseball, se si è privi della vista? Il problema è stato risolto nel 1994 dal compianto Alfredo Meli, ex azzurro che, dopo alcuni anni di sperimentazioni, ha varato un metodo di gioco che si basa sull'uso di palline sonore, sull'abolizione dei lanciatori (il battitore parte con la palla in mano e la lancia con un colpo di mazza) e sul supporto di alcuni giocatori vedenti, che con la voce e delle apposite palette producono dei suoni per indicare la giusta via al corridore che va a conquistare la base.

Nero su bianco può sembrare un po' arzigogolato, ma basta assistere ad una gara di campionato (l'edizione 2015 ha visto il successo della Fiorentina, che ha conquistato anche la Coppa Italia) per rendersi conto di come spettacolo ed agonismo non siano affatto inferiori a quelli del baseball “tradizionale”. Lo stesso Cusati pensava che Meli lo stesse prendendo in giro, le prime volte che iniziò a parlargli del suo progetto, ma oggi quel sogno è diventato una splendida realtà e il nostro Francesco è il presidente del Gruppo Sportivo Non Vedenti Milano, nonché il capitano dei Thunder's Five, con i quali ha fatto incetta di scudetti e coppe.

Negli ultimi quattro anni, però, la sua squadra si è vista soffiare per tre volte il titolo nazionale dai rivali cittadini dei Lampi, quest'anno seconda dietro la Fiorentina. Milano è il punto di riferimento per questa disciplina così particolare, che ha squadre anche a Roma, Bologna, Brescia, Cagliari, Empoli e Malnate, in provincia di Varese.

A qualunque latitudine, il solo fatto di praticarla significa essere un vincente, perché andando in campo si sconfiggono i pregiudizi e si superano i propri limiti. Tra tutti gli sport per disabili visivi, il baseball è l'unico nel quale gli atleti corrono senza una guida. Gli insegnamenti che si possono trarre da questa esperienza sono preziosi anche per chi ci vede. Non a caso, recentemente l'Università di Brescia ha invitato Sarwar Ghoulam, che gioca nei Bluefire, ed altri protagonisti del campionato per una lezione di teoria del baseball per ciechi. Una giornata che difficilmente gli studenti potranno dimenticare.

Lorenzo Zacchetti

Indice articoli del 2015 Indice articoli di BASEBALL

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS