Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747816
Visitatori di oggi 23/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Baseball

AIBX2014, pari tra Lampi e Patrini.White Sox duro colpo agli AllBlinds


da Baseball Mania
di Matteo Comi - (9 aprile 2014)

Sorprese e sentenze quasi definitive sono queste le parole chiave dell’appena conclusosi fine settimana di baseball per ciechi. Il Sabato del girone Ovest, infatti ha offerto la sorpresa confezionata dai Patrini di Malnate che in gara due si sono saputi imporre contro i Lampi Campioni d’Italia 2013 mentre la Domenica del girone Est ha emesso la sentenza quasi inappellabile che compromette quasi definitivamente il cammino della Roma AllBlinds verso il turno successivo.

Una Malnate dal clima mite e soleggiato e un Gurian dal manto erboso curato e dalla soffice terra rossa accoglievano Sabato 5 Aprile i Campioni d’Italia dei Lampi Milano.

Nella prima partita i Varesini di Mr Chiesa erano lasciati al palo da Granata e compagni che con un’attenta difesa non concedevano alcuna segnatura. Lo stesso sembrava possibile per Capitan Marchetto e compagni ma i milanesi con una prova di forza realizzavano un Big Inning nella loro seconda ripresa incamerando ben cinque punti. Un punto per i Patrini nella loro terza ripresa d’attacco, mentre nulla da fare nella successiva. Capitan Scarso e compagni non mettevano punti a referto nel loro terzo inning d’attacco, mentre realizzavano una doppietta nella loro quarta ripresa. Un punto per i Patrini nella parte alta del quinto inning al quale i giocatori di Mr Giurleo non rispondevano nella parte bassa della quinta ripresa. Vasquez e Dieng vanificavano ancora gli attacchi dei giocatori di Capitan Marchetto e compagni nella parte alta del sesto inning, mentre incrementavano ancora di due punti il proprio score nella parte bassa della sesta ripresa. I Patrini tentavano l’ultimo assalto nella parte alta del settimo inning ma la difesa meneghina concedeva loro solo una segnatura, così da fissare il risultato sul 9 a 3 finale. Per i Patrini 13 valide con Capitan Marchetto (5 su 6 e un punto battuto a Casa) e Virgili (4 su 6 e un punto battuto a Casa) sugli scudi, mentre Marco Case (2 su 6 e un punto battuto a Casa) è apparso sotto i suoi standard. Sul fronte difensivo i varesini hanno concesso un po’ troppo ma da segnalare che Mr Chiesa ha dato spazio a ben tre quote rosa nel ruolo di Difensore Obbligato con Colonello, Incollà e Rossi che si sono alternate via via sul Diamante. Per i Lampi 21 valide con trascinatore sempre Dieng (6 su 7 e 4 punti battuti a Casa) di nuovo ben supportato dai tre senatori Capitan Scarso (5 su 8 e un punto battuto a Casa), Vasquez (5 su 6 e 2 punti battuti a Casa) e Levantini (5 su 7 e due punti battuti a Casa). La continuità di questi quattro giocatori ha permesso, inoltre di ammortizzare la prova non molto continua di Scotton, Comi e Briglia che si sono succeduti nella posizione di quarto battitore nel line-up milanese.

Nel secondo game erano i giocatori di Mr Giurleo ad incominciare in attacco mettendo a segno solo due punti nel loro secondo inning dopo di che la difesa milanese cominciava a mostrarsi meno compatta e iniziava a commettere troppi errori che favorivano la rimonta dei varesini i quali si dimostravano molto più efficaci e precisi dal piatto, così da mettere a segno un tris nel loro primo inning che valeva loro il sorpasso ma senza incrementare il vantaggio nella successiva seconda ripresa. I Bianco-Blu pareggiavano subito i conti nel loro terzo inning d’attacco ma non erano in grado di effettuare il controsorpasso nella successiva quarta ripresa. La difesa Lampi sembrava registrarsi nel terzo inning offensivo dei Patrini ma concedeva, invece, altri due punti agli avversari nella quarta ripresa. Quinto inning interlocutorio per entrambe le squadre senza variazioni di punteggio che rimaneva inchiodato sul 5 a 3 parziale a favore dei Patrini. con il passare degli inning oltre all’imprecisione in difesa si manifestava anche un calo di rendimento anche in attacco per i giocatori di Mr Giurleo che non segnavano punti nella parte alta della sesta ripresa, mentre nella bassa concedevano altri due punti al team di Mr Chiesa. Mr Giurleo provava, dunque, il tutto per tutto nella parte alta del settimo inning ma Dieng, Vasquez e il subentrato e rinfortunatosi Comi non riuscivano a sfruttare il clamoroso rilancio in seconda base sbagliato da Marco Case, così che 7 a 5 era il risultato finale del game tra il tripudio generale del dug-out dei Patrini orgoliosi di aver battuto i Campioni d’Italia in carica. Partita molto combattuta nella quale i Patrini hanno mostrato molta più voglia di primeggiare e concentrazione nelle fasi decisive.

Tra i Lampi Milano 13 valide con regolari i soliti quattro ovvero Dieng (3 su 6 e tre punti battuti a Casa) anche se un po’ in riserva psico-fisica nel finale, Vasquez (4 su 6 e un punto battuto a Casa) con qualche lancio sbagliato in difesa, Capitan Maurizio Scarso (3 su 7) un po’ condizionato dalla poca differenza tra terra rossa e erba e un Levantini (3 su 6) dalla condizione atletica strepitosa in questo avvio di campionato. Come già nel precedente game al line-up dei Lampi è mancato l’apporto del DH nel cui ruolo si sono avvicendati prima Briglia ancora alla ricerca della migliore condizione al piatto e Comi condizionato dal doppio infortunio alla coscia destra patito nei due incontri. Tra i Patrini 15 valide con molto efficaci Capitan Marchetto (4 su 6 e un punto battuto a Casa), Marco Case (4 su 6 e un punto battuto a Casa) molto più preciso in battuta, rispetto al game precedente, El Kadrani (2 su 6 e 3 punti battuti a Casa) autrice di una prestazione lodevole, nonostante abbia candidamente ammesso di allenarsi poco per impegni famigliari e Virgili (4 su 6 e 2 punti battuti a Casa) sempre più regolare. Nota a margine per Lorenzo Bossetti (1 su 6) le cui battute stilisticamente molto buone che se non fosse stato per qualche coincidenza avrebbero potuto portare molti più punti. Quello che ha stupito è stata l’incredibile prestazione difensiva del giovane giocatore dei Patrini che ha fatto la differenza nella posizione di terza base.

Gli incontri sono stati ben diretti dagli arbitri: Casiraghi , Ciceri, Quisini e Finkelberg.

Il girone Ovest si fa dunque interessante e attende l’esordio dei Thunder’s Five Milano, mentre a Est Domenica era già tempo di partite fondamentali e senza ritorno.

Sul Diamante dell’Acquacetosa, infatti, è andato in scena il doppio confronto tra i padroni di Casa della Roma AllBlinds e i White Sox di Bologna.

Nella prima partita avvio deciso dei felsinei che piazzavano un tris nel loro primo inning d’attacco al quale aggiungevano un altro punto nella seconda ripresa. Capitan Somma e compagni incassato il poker totale non erano in grado di replicare rimanendo a secco nelle prime due riprese, così che i giocatori di Mr Natalini riprendevano il bombardamento con un’altra segnatura nel loro terzo inning offensivo e mettevano, quindi, a referto un Big-Inning di cinque punti nella successiva quarta ripresa. I battitori Giallo-rossi, forse frastornati dalla pioggia di punti non riuscivano di nuovo a reagire, lasciando 0 sulla casella dei punti segnati. Capitan Berganti e compagni incrementavano, quindi, il vantaggio di un’unità nella parte alta del quinto inning e con un’attenta difesa non permettevano ai capitolini di avviare alcuna rimonta, così che l’incontro si concludeva con il punteggio di 11 a 0 per i White Sox Bologna per manifesta superiorità. Tra le fila bolognesi il cui line-up ha girato al meglio si segnalano le ottime prove di Capitan Berganti (6 su 6 e 2 punti battuti a Casa), Yemane (2 su 6 e 3 punti battuti a Casa), Sahli (3 su 6 e 2 punti battuti a Casa), Di Flaviano (1 su 5 e 2 punti battuti a Casa) e Lo Monaco (4 su 6 e 2 punti battuti a Casa). Tra i romani, fortemente condizionati dall’assenza di Federico Bassani, gli unici a salvarsi sono stati Giuseppe Checchi (3 su 4) e Daniela Pierri (2 su 4), mentre anche Capitan Somma (1 su 4), nonostante la sua concreta generosità non è riuscito a dare la scossa ai suoi in quanto le sue battute sono state bloccate dall’attenta difesa felsinea. Da segnalare l’esordio di Robel Mehretab tra le file capitoline.

Nel secondo game erano i giocatori della Roma AllBlinds ad iniziare in attacco e con un punto segnato nel secondo inning sembrava che fossero usciti dal torpore ma i battitori di Mr Natalini rispondevano con due Big-Inning da cinque punti ciascuno portandosi subito sul 10 a 1 dopo la loro seconda ripresa d’attacco. I capitolini erano, quindi, lasciati di nuovo a secco nel loro terzo inning offensivo e abbozzavano uno scatto d’orgoglio con una segnatura nella successiva quarta ripresa. I Bologna White Sox, tuttavia, riprendevano il loro macinare punti dal piatto con un tris nel loro terzo inning d’attacco al quale aggiungevano un’altra segnatura nella successiva quarta ripresa. L’opera bolognese era completata ancora una volta da un’efficente fase difensiva che lasciava a secco ancora una volta i battitori di Mr Corazza e Mastrangelo nella parte alta del quinto inning facendo scattare l’impossibilità di rimonta con un 14 a 2 come risultato finale. Per la Roma AllBlinds gli ultimi a mollare sono stati un più incisivo Capitan Somma (3 su 5), Luciano Bernardini (4 su 5) e il DH Giuseppe Checchi (2 su 5 e 2 punti battuti a Casa) il quale ha battuto a Casa gli unici due punti dei capitolini. Sul fronte bolognese si evidenzia una prova nel complesso ottima per tutti i componenti del line-up con Yemane (4 su 7 e 3 punti battuti a Casa), Capitan Berganti (3 su 6 e 3 punti battuti a Casa), Sahli (5 su 6, un HR e 3 punti battuti a Casa), Lo Monaco (3 su 6 e 2 punti battuti a Casa) e Di Flaviano (3 su 6 e 2 punti battuti a Casa) che hanno realizato almeno tre valide a testa, battendo a Casa almeno due punti ciascuno. Da segnalare, inoltre, l’HR numero 7 in stagione di Sahli che lo fa diventare sempre più leader della classifica dei fuori campo in attesa della discesa in Diamante di Sarwar Ghulam contro i Tigers Cagliari.

Gli incontri sono stati diretti dagli arbitri: Amurri, Pasquali, D’Urso e Luciani Ben assistiti da Menicucci Italiano, Gilardo, Marocchini e Toscano facenti parte del progetto arbitri Fibs e A. I. B. x. C. alternandosi nelle varie posizioni del Campo. ,

Nel Girone Est si delinea, dunque, una lotta a due per il primo posto tra Fiorentina B. X. C. e Bologna White Sox, mentre la Roma AllBlinds per sperare ancora in un clamoroso approdo alle Semi-Finali dovrà assolutamente battere in entrambi gli incontri la CVinta Ravenna e realizzare un ottimo Intergirone ma il tutto sarà molto legato ai risultati degli altri team a partire dal doppio scontro tra Gigliati e Felsinei della prossima Domenica.

Matteo Comi

Indice articoli del 2014 Indice articoli di BASEBALL

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS