Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747816
Visitatori di oggi 23/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Baseball

20 anni di baseball ciechi: al via la nuova stagione


da Baseball.it
di Matteo Briglia (Bedeo) - (3 marzo 2014)

Una settimana circa dall'Opening Day del 9 marzo tra Tigers Cagliari e Patrini Malnate.

Sono scattati gli "spring-training" delle 8 formazioni che si contenderanno il tricolore nel ventesimo anniversario dell'AIBxC I trofei dell'AIBXC esposti a Bologna al torneo di fine stagione 2013 © AIBXC

"Non vediamo l'ora".

Riecheggia pressoché unanime lungo la penisola il ruggito motivazionale, provocatoriamente autoironico, lanciato dagli atleti non vedenti che tra una settimana circa torneranno in diamante per sfidarsi nel XVIII Campionato di baseball per ciechi.

L'edizione 2014 che prenderà il via in terra sarda, domenica 9 marzo, in occasione dell'Opening Day del girone Ovest che opporrà i Tigers Cagliari ai Patrini Malnate nella splendida cornice di un "campo Tigers" fresco di restyling e che auspichiamo gremito per il riscatto immediato degli isolani.

Stagione alle porte, diamanti tirati a lucido, mercato invernale piuttosto vivace, formule vincenti comunque riconfermate da un movimento che quest'anno festeggia il suo ventesimo compleanno.

Correva infatti il 16 Ottobre 1994 allorché un gruppo di ex-giocatori dell'allora Montenegro Bologna, guidati dal lungimirante Alfredo Meli, decise di coronare un sogno cullato da tempo: permettere cioè ad atleti non vedenti di vivere le incredibili emozioni che solo il baseball è in grado di offrire.

Dopo una serie di sperimentazioni circa spazi, tempi, attrezzature e modalità di gioco, andò infatti in scena sul diamante "Rino Veronesi" di Casalecchio di Reno un'esibizione di sette riprese tra due selezioni di ragazzi ciechi in rappresentanza dei White Sox di Bologna, opposti ai Red Sox di Empoli.

Per la cronaca, la gara fu vinta dai toscani per 15-11.

Ciò che tuttavia rimase maggiormente impresso nella memoria di giocatori e pubblico in quella mattina d'autunno fu la grande somiglianza tra il battiecorri inscenato da quel manipolo di pionieri ciechi e le dinamiche agonistiche, tattiche e psicologiche peculiari al baseball dei colleghi normodotati.

Nel corso dei due anni successivi (1995-1996), venne ultimato il periodo di rodaggio tecnico ed organizzativo del gioco attraverso una serie di partite dimostrative giocate tra Casteldebole, Firenze, Roma, Verona e Milano.

Dal 1997, il Gruppo Volontari BXC, confluito successivamente nell'attuale AIBXC ONLUS, è interamente responsabile della gestione dell'attività agonistica stagionale che comprende il Campionato Italiano, la Coppa Italia, il Torneo di fine stagione e, più recentemente, la "Coppa della Talpa", quermesse internazionale a cui sono invitate le rappresentative francesi e tedesche che hanno sposato la formula AIBXC "Italian Style".

Il movimento, in continua crescita ed espansione, suscita oggi grande curiosità tra il pubblico, nelle scuole, presso i media nazionali ed esteri, grazie all'attività instancabile di promozione e continuo restyling di un marchio assai appetibile, promossa con estrema dedizione e professionalità dal Commissario all'Attività Agonistica AIBXC, Stefano Malaguti, efficacemente coadiuvato dal Presidente Alberto Mazzanti e da un team manageriale davvero attrezzato sul fronte marketing affidato all'opera frenetica di Lorenzo Vinassa De Regny, responsabile delle attività verso l'estero.

Anche quest'anno, l'agenda del Commissioner Malaguti si presenta fitta di obiettivi, suggerimenti e progetti decisamente ambiziosi: dall'allargamento del movimento a Paesi d'oltralpe, all'introduzione di sperimentazioni sotto il profilo regolamentare e tecnico mirate all'ottimizzazione dei tempi e alla spettacolarizzazione ulteriore del gioco, componenti che, in ultima istanza, eserciteranno un impatto notevole sull'apparato organizzativo di una Lega pluriarticolata, in grado oggi di muovere oltre 300 persone lungo lo stivale.

Sul fronte squisitamente regolamentare, ribadito da Malaguti, l'obiettivo di coinvolgere un numero maggiore di atleti in diamante, nel tentativo di ridurre nei limiti del possibile lo strapotere degli attacchi in campo.

La proposta, già avanzata lo scorso inverno, potrebbe materializzarsi concretamente nel corso della prossima edizione della Coppa Italia, fissata per metà Settembre, con l'impiego di uno schieramento difensivo a sei giocatori (tre interni più tre esterni), formula che verrebbe agevolata dall'allungamento ulteriore della linea del fuoricampo oltre i 65 metri, assicurando una maggiore copertura difensiva in diamante.

Riaffermata inoltre la volontà di spostare al tardo pomeriggio, se non addirittura in notturna, la disputa di un paio di gare della fase finale del torneo, fissata per fine giugno sul Leoni di Casteldebole: ipotesi decisamente romantica, struggente e dal sapore antico che tuttavia non sembra incontrare i favori delle squadre, vincolate ancora a problematiche di natura logistica che ne limitano notevolmente spostamenti e organizzazione.

Cambia invece il format della finale scudetto, programmata quest'anno nell'ultimo week end di giugno sempre sul Leoni.

La gara secca che aveva infiammato il diamante felsineo negli ultimi due anni lascia spazio infatti ad una miniserie che le finaliste si giocheranno al meglio delle tre partite, con eventuale atto decisivo fissato per le 10 di domenica 29.

La nuova formula che avvicina ulteriormente AIBXC a quanto già adottato in post-season a livello italiano ed internazionale, dovrebbe premiare l'espressione tecnica e dei valori palesati dalla squadra più forte e maggiormente attrezzata al termine della cavalcata tricolore.

Accantonata temporaneamente la traccia sotterranea verso gli USA che avrebbe permesso al movimento di sbarcare in un prossimo futuro nella terra dei grandi Padri e Maestri americani (ostacolata dallo scarso interesse mostrato nei confronti di AIBXC dalle Associazioni di non vedenti come dai Gruppi Sportivi d'oltreoceano che si ostinano a difendere a spada tratta quell'orrido surrogato del baseball chiamato "Beep Ball"), il nostro movimento preferisce lanciarsi oggi lungo l'affascinante Panamericana, direttrice apparentemente più redditizia: Messico, Venezuela, giù verso Panama, Cuba, forte anche di una serie di video didattici multilingue presenti sul proprio sito nonché dell'esperienza unica vissuta da una delegazione di suoi giocatori ed allenatori nell'isola caraibica nel lontano 2000.

Passando in panoramica le otto squadre che si giocheranno il titolo, atleti in palestra da oltre un mese per affinare la preparazione atletica e riprendere confidenza con gli attrezzi del mestiere, in attesa di potersi misurare tra erba e terra rossa confidando nella clemenza di "Giove pluvio".

Al momento, si naviga a vista lungo il consueto turbinio progettuale tra i dug-out, abbacinati e scossi tra volontà di riconferme, desiderio di stupire, voglia rabbiosa di tornare a recitare un ruolo da protagonisti: forze suggestive, illusioni ingannevoli, campi magnetici di incredibile intensità che ben conosciamo.

L'Opening Day del XVIII° Campionato di baseball giocato da ciechi si avvicina e vi inviatimo a seguirci su Baseball.it, prenotandovi virtualmente per la suggestiva presentazione che la nostra testata vi regalerà nei prossimi giorni, alla scoperta dei due gironi.

Matteo Briglia (Bedeo)

Indice articoli del 2014 Indice articoli di BASEBALL

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS