Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747814
Visitatori di oggi 21/11/2017 : 1

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Canottaggio

Florinda, la milanese più in voga: "Magia, in barca è tutto... normale".


da Il Giorno
di Lorenzo Pardini - (31 luglio 2012)

Milano SI E' BUTTATA nel canottaggio per disabili (adaptive rowing) da soli due anni, ma già vanta un palmarès di tutto rispetto.

Florinda Trombetta, trentunenne milanese, da quando ha iniziato a vogare ha ottenuto ottimi risultati ai Campionati Mondiali, alla Coppa del Mondo di Belgrado (valida per la qualificazione ai Giochi di Londra) e l'argento agli Italiani.

A coronamento di questa scalata per l'atleta meneghina si sono aperte le porte delle prossime Paralimpiadi in programma a Londra dal 29 agosto al 9 settembre.

Trombetta è stata selezionata nel “4 con” e sarà in equipaggio con Mahila Di Battista, Pierre Calderoni, Andrea Marcaccini e il timoniere Alessandro Franzetti.

Florinda che cosa l'ha spinta a provare il canottaggio? "Ho iniziato per curiosità. Il Gruppo Sportivo Non Vedenti Milano e la Canottieri Milano due anni fa hanno organizzato un corso di canottaggio amatoriale e io che sono un'amante dello sport non ci ho pensato due volte a cimentarmi nella disciplina". Prima del canottaggio ha provato altri sport? "Ho fatto di tutto.

Nuoto, equitazione, sci e baseball". Due anni fa si sarebbe immaginata di arrivare a questi livelli? "No, non lo avrei mai detto.

Mi sono appassionata fin da subito.

L'attività era ed è faticosa, ma vogare insieme ai compagni e sentire la barca che va avanti nell'acqua è una sensazione fantastica.

Il canottaggio è un mondo aperto". Si spieghi meglio... "Nel canottaggio c'è integrazione.

Io in Canottieri mi alleno con le ragazze normodotate e mi trovo benissimo con loro.

Sono apertissime e non mi fanno pesare nulla, mi accettano così come sono". Come è arrivata in azzurro? "Dopo pochi mesi che avevo iniziato ad allenarmi in Canottieri e avevo fatto le prime gare, l'allenatrice dell'Italia mi ha chiamato chiedendomi se fossi stata disponibile a gareggiare in Nazionale.

Naturalmente non ho avuto dubbi e ho accettato subito". Come si sta preparando per la Paralimpiade? "Mi sto allenando presso il Centro Federale adaptive di Gavirate.

Ci esercitiamo 2/3 volte al giorno.

La mattina, dopo la sveglia, colazione e dalle 8 in barca a vogare per preparare la velocità. Prima di pranzo ci alleniamo per altri 40 minuti facendo fondo o tecnica e dopo che ci siamo riposati, verso le 18 ci presentiamo per l'ultimo allenamento in palestra o ancora in barca.

Non vedo l'ora di essere a Londra!" Come si sente per l'appuntamento dei Giochi? "Sono pronta per l'evento.

Sono carica dal punto di vista emotivo e anche fisico per l'intenso lavoro che stiamo svolgendo a Gavirate.

A metà agosto iniziamo lo scarico, così il 31 nelle acque del Dorney Lake di Eton per le batterie io e i miei compagni saremo al 100%".

Lorenzo Pardini

Indice articoli del 2012 Indice articoli di CANOTTAGGIO

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS