Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747816
Visitatori di oggi 24/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Vela

CAMPIONATO INTERNAZIONALE IFDS HOMERUS 2012: UN'ESPERIENZA STRAORDINARIA


da FederVela
- (27 giugno 2012)

Dal 18 al 24 giugno ha avuto luogo presso l'Associazione Velica Alto Sebino AVAS di Lovere il Campionato Internazionale IFDS Homerus 2012 per atleti non vedenti, che ha visto coinvolti sei equipaggi provenienti da tre continenti. Oltre ai team italiani, erano presenti anche quelli australiani, statunitensi e spagnoli.

La regate, iniziate martedì 19, si sono disputate con la formula del match race, con 2 round robin, semifinali e finali per un totale di quarantacinque regate in quattro giorni di vento e sole perfetti.

Il circolo Avas con Homerus ha approntato tutta la macchina organizzativa, sia in acqua sia a terra mettendo a disposizione oltre ai mezzi in acqua anche il supporto tecnico con gli osservatori, i posa boe, i traghettatori e un supporto di accoglienza posizionato sul lungolago di Lovere per rifocillare gli atleti. Particolarmente apprezzate anche l’animazione e le serate, inclusa la cena di gala, che hanno ricevuto i complimenti da tutti i partecipanti alla manifestazione.

Erano presenti a Lovere i rappresentanti dell’Organizzazione Internazionale IFDS (International Association for Disabled Sailing) Henry Sleutel e Bernard Destrubè oltre ai giudici internazionali.

Le regate sono state molto interessanti perché per la prima volta si è sperimentata la formula “all blind” (cecità assoluta) inserita dalla Giuria Internazionale. I velisti ipovedenti difatti hanno gareggiato bendati per non essere avvantaggiati nei confronti dei ciechi assoluti. In occasione di questa sperimentazione, oltre ai giudici internazionali, a Lovere sono giunti anche i rappresentanti dell’Organizzazione Internazionale IFDS (International Association for Disabled Sailing) Henry Sleutel e Bernard Destrubè.

“E’ una novità importante - ha detto Alessandro Gaoso Presidente di Homerus - che permette a tutti di regatare veramente ad armi pari. Ci tenevamo molto a fare un test alla presenza dei rappresentanti internazionali IFDS. Il loro parere positivo, ma soprattutto la favorevole accoglienza dimostrata da tutti i concorrenti?ci ha fatto molto piacere e ci spinge a proseguire su questa strada.”

Le boe posizionate sul campo di regata emettevano dei suoni per orientare gli atleti e anche le imbarcazioni erano dotate di speciali segnalatori che diffondevano suoni diversi a seconda della direzione della barca.

Il successo è andato all'equipaggio italiano composto da Luigi Bertanza ed Elisabetta Bardella al quale è andata, oltre alle medaglie d'oro IFDS, anche la Coppa del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Al secondo posto si è classificato l'equipaggio australiano composto da Kylie Forth ed Erin McGlew, mentre al terzo posto si è piazzato l'equipaggio spagnolo formato da Manuel Gimeno Ugarte e Federico Giner Albir.

“È stata molto dura, ma siamo al settimo cielo - ha dichiarato Luigi Bertanza - una vittoria incredibile che va al di là della più rosea aspettativa. Battere gli australiani in finalissima è stata un'impresa.”

Oltre alle regate, sono stati condivisi svariati momenti di convivialità ed amicizia, si è creato un clima molto affiatato che ha permesso a tutti di divertirsi e di godere al massimo di queste splendide giornate nella meravigliosa cornice dell’alto Sebino.

Questi atleti hanno dimostrato a tutti coloro che hanno assistito alle regate o che li hanno incontrai a terra, tra una prova e l’altra, che l'amore per lo sport e per la vita permette di abbattere ogni ostacolo e di diventare fonte di crescita ed arricchimento personale.

Indice articoli del 2012 Indice articoli di VELA

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS