Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747816
Visitatori di oggi 24/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Canottaggio

Belgrado: il quattro con si qualifica alle Paralimpiadi di Londra 2012


da Canottaggio.Org
- (5 maggio 2012)

BELGRADO, 05 maggio 2012 - Il quattro con Adaptive (Mahila Di Battista, Florinda Trombetta, Pierre Calderoni, Andrea Marcaccini, tim. Alessandro Franzetti) vola alle Paralimpiadi di Londra 2012. Nelle acque dell' Ada Ciganlija di Belgrado, la Nazionale del CT Paola Grizzetti ottiene il pass nella specialità in cui siamo campioni paralimpici. E' il secondo, dopo quello conquistato dal doppio (Silvia De Maria, Daniele Stefanoni) ai Mondiali di Bled 2011. Dietro il Sudafrica i primi 500 metri, poi gli azzurri cambiano marcia ed incrementano forza e ritmo della propria palata sorpassando i sudafricani, terzi e fuori dai Giochi, e rifilando 1''15 al Brasile.

Non ce la fa, invece, Fabrizio Caselli a coronare il suo sogno nonostante i grandi miglioramenti effettuati dal Mondiale di Bled in avanti. Il singolista fiorentino termina la sua finale al quinto posto, a Londra 2012 vanno il brasiliano Luna de Oliveira e l'ucraino Kryvchun.

"E' stata una gara emozionante, il Sudafrica ci è sgusciato subito via ed abbiamo lavorato sul passo per recuperare - ha detto il timoniere varesino Alessandro Franzetti, già oro a Pechino 2008 - Ho chiamato la chiusura negli ultimi 300 metri, poi all'arrivo il nostro sogno si è trasformato in realtà. Ringraziamo Paola ed il suo staff, dedichiamo questo risultato a chi non credeva in noi".

"Ci siamo impegnati tutti quanti per un anno al fine di raggiungere quest'obiettivo: quest'equipaggio cede magari qualcosa dal punto di vista fisico ai suoi avversari, sotto il profilo della determinazione non siamo però inferiori a nessuno" ha aggiunto il capovoga fiorentino Andrea Marcaccini. "E' l'inizio di una nuova grande avventura, ora da titolare e non più come riserva. Nessuno potrà togliermelo, io e Florinda lo dedichiamo alla nostra Socia. Il nome? Non lo diciamo, lei capirà..." dice la varesina Mahila Di Battista. Ai suoi allenatori, a coloro che lo hanno aiutato a crescere in questo sport, la dedica del ferrarese Pierre Calderoni.

Indice articoli del 2012 Indice articoli di CANOTTAGGIO

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS