Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747816
Visitatori di oggi 24/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Varie

Boeri: assurda la sola «milanesità» per gli Ambrogini

Cattelan, niente benemerenza


da Corriere
di Andrea Senesi - (24 novembre 2011)

«Valutare la milanesità di un candidato solo dall' anagrafe fa ridere».

Firmato: Stefano Boeri, assessore alla Cultura e grande sponsor di Maurizio Cattelan, l' artista veneto escluso dalla lista finale degli Ambrogini d' oro edizione 2011 proprio perché non milanese.

Dopo la notte delle decisioni (neanche troppo lunga: s' è finito pochi minuti dopo l' una) su medaglie d' oro e attestati, rimangono le polemiche.

Echi lontani: i toni sono sommessi, misurati. Più del solito. Fanno discutere soprattutto le bocciature. Cattelan, appunto.

Su cui c' è da registrare la replica del presidente del consiglio comunale Basilio Rizzo: «Ci siamo dati dei criteri, tra cui quello della milanesità. Se si danno degli indirizzi vanno rispettati».

Roberto Caputo, consigliere provinciale pd, annuncia di voler proporre Cattelan per il premio Palazzo Isimbardi («Un artista di fama mondiale che ci ha regalato un' opera dal grande valore sia economico sia artistico»).

Ma il requisito della milanesità ha fatto nottetempo altre vittime illustri. Da Fabio Fazio a Rita Levi Montalcini fino a Daniel Barenboim, tanto per dire di tre nomi di assoluto rilievo. Tra i premiati, invece, il giurista ex presidente Consob Guido Rossi, il giornalista e scrittore Corrado Stajano e la fondatrice del Manifesto Rossana Rossanda.

Poi la benemerenza più importante.

La Grande Medaglia d' oro che andrà al cardinale Dionigi Tettamanzi. Un riconoscimento quasi unanime da cui si è dissociata solo la Lega.

Nessuna barricata, nessuno strappo clamoroso: il capogruppo Matteo Salvini è uscito dall' aula al momento del voto sul cardinale.

«Preferiamo guardare a un futuro che unisce, quello di monsignor Scola».

Tra i benemeriti 2011, anche tanti nomi sconosciuti, milanesi comuni, «piccoli eroi del quotidiano».

Tanti medici, per esempio.

Oppure l' operaio diventato «un punto di riferimento» per tutto il suo quartiere.

E poi c' è la famiglia Ravizza, i fratelli nati e cresciuti in via Foscolo, una dinastia che più milanese non si potrebbe.

Un premio voluto dal sindaco Pisapia.

E poi le associazioni, le onlus, i gruppi sportivi. Ventotto attestati.

Tra i premiati la comunità di Sant' Egidio, il cinema Mexico di via Savona, il sito giornalistico Affari Italiani, il liceo Berchet, i lavoratori del San Raffaele (che hanno garantito «l' altissima qualità dell' assistenza ai malati anche in un momento di grande difficoltà dell' istituto»).

L' angolo musicale, infine.

A Eugenio Finardi andrà una medaglia d' oro, mentre la Premiata Forneria Marconi dovrà accontentarsi di un attestato.

Appuntamento per tutti al teatro Dal Verme, il sette dicembre.

Andrea Senesi RIPRODUZIONE RISERVATA **** Le Medaglie d' oro **** I premiati Medaglie d' oro alla Memoria Vincenzo Capacchione , cardiologo deceduto lo scorso giugno per un aneurisma dopo aver effettuato un intervento d' urgenza riuscito; Marco Colombaioni , milanese di 28 anni, annegato il 2 luglio scorso a Marina di Ravenna per salvare alcuni giovani in mare.

Grande Medaglia d' oro Cardinale Dionigi Tettamanzi .

Medaglie d' oro Ottavio Alfieri , cardiochirurgo; Mons.

Giovanni Barbareschi , ha contribuito a salvare 2.

000 prigionieri durante la Resistenza; Mario Bellini , architetto; Suor Ancilla Beretta , impegnata ad aiutare le famiglie straniere disagiate al centro Nocetum; Carlo Bergonzi , cantante lirico; Antonio Bocola , regista e sceneggiatore; Enrico Cerrai , chimico, ricercatore; Stefano Colli Lanzi , docente Cattolica, fondatore Générale Industrielle Italia per lavoro temporaneo; Piersergio Dallan , pilota acrobatico per 23 volte campione italiano; Gennaro D' Avanzo , direttore Teatro San Babila; Giovanni Dioli , rappresentante sindacale della Sogemi, è stato vittima di intimidazioni e ritorsioni; Tarcisio Fabris , allenatore, insegna da mezzo secolo il calcio ai bambini in zona Mac Mahon; Eugenio Finardi , cantautore; Alberto Ghinzani , scultore, direttore Permanente; Crisanto Mandrioli , avvocato, giurista; Giovanni Para , operaio alla General Electric, punto di riferimento per gli anziani del quartiere di via Tarabella; Aldo Pisani Ceretti , medico chirurgo; Giacomo Previdi , Presidente onorario del Consorzio cooperative lavoratori Acli-Cisl Milano; Alberto Quadrio Curzio , docente di Economia alla Cattolica di Milano; Famiglia Ravizza , sette fratelli che hanno legato le loro vicende professionali alla vita culturale ed economica della città; Rossana Rossanda , esponente della Resistenza, è stata consigliere comunale e deputata; Guido Rossi , avvocato, giurista, professore emerito di Diritto commerciale alla Bocconi; Corrado Stajano , giornalista, scrittore; Donatella Treu , ad de Il Sole 24 Ore Spa; Carlo Vergani , medico geriatra, fondatore della scuola di specializzazione di Geriatria all' Università degli Studi; Vera Vigevani , 83 anni, giornalista all' Ansa di Buenos Aires, appartenente al movimento delle Madres de Plaza de Mayo; Annalisa Zanni , direttrice del Museo Poldi Pezzoli; Ernesto Zerbi , ortopedico, fondatore dell' Istituto ortopedico Galeazzi.

Attestati di civica benemerenza Affari Italiani ; Associazione Amici del Policlinico e della Mangiagalli Donatori di sangue Onlus; Associazione Bianca Garavaglia Onlus; Associazione Figli della Shoah ; Aip - Associazione italiana Parkinsoniani; Aics - Associazione italiana Cultura e Sport; Associazione Oro ; Associazione sportiva dilettantistica Road Runners Club; Associazione Unione Pescatori Aurora - Arci; Cancro Primo Aiuto ; Centro Angela Maria e Antonio Migliavacca per la diagnosi e lo studio delle malattie del fegato e delle vie biliari dell' Università degli Studi di Milano; Centro Nemo ; Cinema Mexico di via Savona 57; Comunità di Sant' Egidio Milano; Croce Rosa Celeste; Fondazione Moscati ; Giovani imprenditori di Assolombarda; Gruppo Sportivo dilettantistico non Vedenti Milano Onlus dell' Istituto dei Ciechi di via Vivaio; Liceo Ginnasio Giovanni Berchet ; L' Impronta Associazione Onlus; Mnogaja Leta Quartet; Opera Don Calabria di Milano; Osservatorio dei Diritti del Bambino ; Personale dell' Ospedale San Raffaele di Milano; Premiata Forneria Marconi ; Prometeo; Save the Children Italia Onlus sede di Milano; Scuola secondaria di primo grado Luigi Majno .

**** L' onorificenza Sono comunemente chiamati Ambrogini le onorificenze ufficiali del Comune.

Il nome è ispirato a Sant' Ambrogio.

La cerimonia si svolge al teatro dal Verme, il 7 dicembre

Andrea Senesi

Indice articoli del 2011 Indice articoli di VARIE

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS