Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747815
Visitatori di oggi 22/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Canottaggio

a un mese dai mondiali


da Comitato Italiano Paralimpico
- (31 luglio 2011)

STEFANONI AI MONDIALI DI ADAPTIVE ROWING DI BLED, A CACCIA DEL PASS PER LONDRA 2012

Manca un mese esatto ai Mondiali sloveni , dove si sono dati appuntamento i migliori canottieri.

L’obiettivo, per tutti, è il pass paralimpico, che conquisteranno le prime 8 nazioni in classifica.

E’ carico Daniele Stefanoni, componente maschile del doppio misto, insieme a Silvia De Maria: “Mi sento davvero in forma, anche se dovremo difenderci da australiani, ucraini e inglesi”

ROMA - Giorni di intensa preparazione, cronometri bollenti e ricerca della migliore intesa a due o a quattro. In vista, i Mondiali Adaptive Rowing a Bled, in Slovenia, dove gli azzurri del canottaggio sono chiamati, dal 28 agosto al 4 settembre prossimi, a ben figurare e soprattutto acciuffare la qualificazione delle barche ai Giochi Estivi di Londra.

Serve rientrare nei primi otto ed è fatta, il biglietto paralimpico è in tasca. Intanto, dal 4 al 25 agosto, il CT Paola Grizzetti ha convocato un raduno preparatorio presso il Centro Nazionale di Gavirate.

All'appello, risponderanno i componenti l'equipaggio del 4con: Luca Agoletto, Andrea Bozzato, Mahila Di Battista, Florinda Trombetta ed il timoniere, unico normodotato, Alessandro Franzetti più le riserve Daniele Signore e Pierre Calderoni, e quello del doppio: Daniele Stefanoni e Silvia De Maria con la riserva Massimo Spolon. Unico singolista, Fabrizio Caselli.

Veterano dell'adaptive rowing, che nel palmares ha già collezionato la partecipazione a Pechino 2008, ai Mondiali di Poznan 2009 e di Nuova Zelanda 2010, Daniele Stefanoni, uomo del tandem misto.

Se a Pechino era stato un magnifico quarto posto, in coppia con Stefania Toscano, confermato l'anno seguente a Poznan, in Polonia, al Lago Karapiro di Nuova Zelanda era stato un memorabile argento.

Dunque si tratta di dimostrare ora continuità di prestazione.

"A Gavirate avremo 20 giorni di rifinitura - dice Stefanoni-. Mi sento bene, ho buone sensazioni per Bled. Anche se purtroppo con Silvia ci si vede molto poco, non si hanno molte occasioni di remare assieme. Lei a Pinerolo, io a Lecco. Però, al momento di gareggiare, ci intendiamo alla perfezione, poche parole, tra noi, e molti fatti. Il segreto, non allenandosi spesso insieme, è avere tutti e due la testa ben concentrata sull'obiettivo, avere la stessa meta. E sono fiducioso in lei. Ho sempre pensato che nel doppio misto la differenza la fa la donna.

Se è forte, si vince. E Silvia è precisa, fredda". L'obiettivo è uno solo, riuscire a qualificare le imbarcazioni sia del doppio, che del 4con e del singolo. "Puntiamo ad entrare nella finale a sei - conferma Stefanoni-, così un posto a Londra è assicurato. Certo è che sarà dura, visti i concorrenti: ci sarà Australia, Ucraina e Inghilterra che daranno battaglia. E sono tra i più forti in assoluto. Soprattutto gli ucraini: ultimamente hanno vinto tutto".

C'è una novità, che esalta Daniele: presto arriveranno le barche adattate per gli atleti disabili firmate Filippi, azienda leader mondiale nella produzione di imbarcazioni per normodotati, che ha deciso di produrre anche scafi adattati, appunto. "Questa decisione mi ha reso enormemente felice.

Sinora, abbiamo remato su barche cinesi. Solo in Cina, infatti, si producevano nella versione per disabili, adesso, invece, sarà un doppio orgoglio vestire la maglia nazionale e gareggiare su barche italiane, che sicuramente utilizzano materiali migliori. Speriamo solo che arrivino in tempo per utilizzarle a Bled, anche se ci vuole un po' di tempo per prenderci confidenza, verificarne la risposta alle sollecitazioni".

Durante il raduno verranno effettuate le selezioni anche per la categoria intellettivo-relazionali.

I convocati: Francesco Borsani (Gavirate), Matteo Brunengo (Arolo), Luca Varesano (Lario), Giorgia Indelicato, Marta Sapia ed Elisabetta Tieghi (Gavirate). Timoniere: Federico Zoppi (Gavirate).

Indice articoli del 2011 Indice articoli di CANOTTAGGIO

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS