Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747816
Visitatori di oggi 24/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Varie

ABBIATEGRASSO / Prima gara per il campionato nazionale Ariola danza nel buio

Il successo della ballerina abbiatense che si prepara agli impegni di maggio


da Il Giornale Di Abbiategrasso
di Marina Rosti - (15 marzo 2010)

15/3/2010 - La notte prima ci racconta di aver dormito poco e male e di essersi alzata intorno alle 5, esattamente un'ora e mezza prima rispetto a quando aveva puntato la sveglia. E come darle torto? Ad attenderla, la scorsa domenica, una tappa importante.

Ariola Dedaj, abbiatense di origini albanesi, ha raggiunto domenica 7 marzo il Palafacchetti di Treviglio per esibirsi in una performance di danza.

«Ero agitatissima, non riuscivo a prendere sonno, e quando sono arrivata al palazzetto dello sport è stato addirittura peggio, mi tremavano persino le labbra».

Un'opporturnità che non capita tutti i giorni: la bella 28enne a maggio parteciperà infatti al campionato nazionale di danze standard e latini per la categoria minorati visivi e domenica a Treviglio, per la prima volta, si è esibita davanti ad un pubblico numerosissimo.

Ipovedente dalla nascita e residente ad Abbiategrasso da 11 anni, Ariola rappresenterà la Lombardia nel campionato italiano.

«Da noi non esisteva ancora questa categoria. E così, quando ho saputo che la scuola International Dance Team Pilon stava cercando una ballerina disabile mi sono fatta avanti. Ho iniziato ad allenarmi con loro a marzo dello scorso anno. Una disciplina che non conoscevo, anche se pratico ballo latino americano già da nove anni e con la musica ed il ritmo ho una certa dimistichezza. La scuola di Maddalena Merelli e Fabio Pilon (campioni mondiali) ha sede a Pioltello e Carnate e raggiungerla non è facile, quando riesco mi arrangio con i mezzi pubblici, altrimenti chiedo un passaggio a mio fratello. La danza è la mia passione e per praticarla - ci racconta Ariola che lavora come guida a Dialogo nel Buio (mostra permanente allestita all'Istituto dei Ciechi di Milano) non mi faccio certo spaventare da qualche chilometro. Mi alleno due pomeriggi alla settimana, per circa 3 ore ogni volta, mentre il martedì sera solitamente mi dedico al ballo latino. Domenica mi sono esibita in un valzer inglese, in una performance di slow fox e in una di quick step. Il mio ballerino si chiama Salvatore Vitacca, ha 18 anni ed è molto bravo. C'era davvero tantissima gente ed io ero emozionatissima. A sostenermi, domenica, c'era anche la mia famiglia ed un gruppo di amici. E' stato importante averli accanto, sentire il loro affetto. Il primo scoglio, quello di esibirmi davanti a un pubblico numeroso, è stato superato... ora mi attende la sfida più impegnativa: gareggiare per il campionato nazionale per minorati di vista. Sono la prima atleta disabile per la danza standard in Lombardia, mentre in Liguria di coppie che da anni gareggianno nella mia stessa categoria ce ne sono 5, così come in altre regioni italiane».

Un "compito" ambizioso, che Ary, siamo certi, saprà onorare al meglio.

Marina Rosti

Indice articoli del 2010 Indice articoli di VARIE

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS