Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747812
Visitatori di oggi 20/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Golf

Golf al buio

Due giornate dimostrative all’Istituto per giocare a golf senza la vista


da Luce Su Luce
- (19 settembre 2009)

Le braccia ruotano precise per assestare il colpo. Il rumore secco del ferro e quindi il sibilo della pallina che vola sopra il campo. Suoni che conoscono bene tutti gli appassionati di golf, ma che si imprimono ancora di più nella memoria delle persone che non vedono.

Sì, perché il golf è un’attività che può essere praticata e apprezzata anche dai non vedenti. Le caratteristiche di questo gioco, infatti, lo rendono particolarmente “accessibile” a persone con diversi tipi di disabilità, le quali in molti casi riescono a raggiungere livelli molto alti. Dal 1998 esiste la Federazione Italiana Golf Disabili (FIGD), che promuove la disciplina fra le persone con diversi tipi di disabilità. La Federazione insieme al Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano Onlus ha così organizzato presso l'Istituto dei Ciechi una due giorni di golf per far sperimentare ai neofiti questo sport senza utilizzare vista.

“Golf al buio”, questo il titolo dell’evento, si è svolto il 2 e il 3 ottobre scorsi su un campo molto particolare, allestito in un chiostro dell’Istituto.

Presenti due giocatori d’eccezione, i campioni non vedenti Andrea Calcaterra, chairman del Dipartimento Blind della Federazione Golf Disabili e Chiara Pozzi Giacosa, tornata vincitrice dal British Blind Open 2009, tenutosi a giugno in Scozia. I due golfisti hanno dato una dimostrazione di grande padronanza tecnica, con speciali palline da allenamento (più leggere del normale), invogliando il pubblico a prendere in mano il bastone per provare.

Molti hanno così potuto vivere l’emozione di riuscire a colpire per la prima volta la pallina, assistiti dai maestri che spiegavano la tecnica per eseguire un perfetto swing (il movimento rotatorio con cui si colpisce la pallina). Ogni volta immancabile arrivava la sorpresa di riuscire a colpire la palla anche a occhi chiusi.

È interessante notare come esistano nel mondo dell'agonismo alcuni metodi di training particolari che prevedono di esercitarsi senza la vista, cercando di non pensare alla pallina e concentrandosi esclusivamente sul gesto. Una volta impostato il movimento – dicono gli istruttori in questo insegnamento vagamente zen - non è necessario guardare, perché la palla seguirà la giusta traiettoria.

Naturalmente per chi non vede è necessario l’aiuto di un’altra persona che suggerisca la direzione, il tipo di terreno e la distanza dalla prossima buca.

Teniamo conto che nel golf praticato ad alti livelli è prevista anche la figura del caddie, il portabastoni che fa da consulente tecnico e strategico del giocatore.

Il golf è dunque uno dei pochi sport che permette di gareggiare a tutti, disabili e non, nello stesso team e sullo stesso terreno, offrendo un’ulteriore occasione di integrazione. Inoltre il giocatore non vedente ha la possibilità di muoversi a piedi in ampi spazi aperti, migliorando la propria autonomia motoria e traendo benefici dall’attività fisica.

Indice articoli del 2009 Indice articoli di GOLF

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS