Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747815
Visitatori di oggi 22/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook


L' atleta perfetto


Da Corriere Della Sera
di Arrigoni Claudio - (7 giugno 2008)

Fantasia, tecnologia, sperimentazione. Il futuro si costruisce così. Le barriere si abbattono. Anche nello sport. Soprattutto attraverso lo sport. «L' atleta ideale per il tiro con l' arco? Una persona cieca». Sembra un paradosso, ma non lo è per Cecilia Trinci, ex nazionale, che negli anni 90 iniziò a far tirare atleti non vedenti: «La vista non è fondamentale». I non vedenti tirano grazie a un sistema optronico: un laser collega freccia e bersaglio e l' atleta sente un sibilo più acuto in cuffia. Vale anche nel tiro a segno. E poi si gioca a calcio o a baseball grazie a una palla sonorizzata, si scende sugli sci con altoparlanti posizionati sulla schiena delle guide. La migliore sciatrice cieca del mondo era una milanese, Silvia Parente, protagonista alla Paralimpiade di Torino, sulla stessa pista di discesa delle Olimpiadi. Andrea Calcaterra è stato pioniere in Europa nel golf, cominciando a giocare a Lainate con Ettore Della Torre. Fine della Prima guerra mondiale. In Francia, tornano a casa i reduci. Moltissimi non vedono più. Per divertirsi, prendono una palla, ci mettono dei campanelli, piazzano due porte in una palestra, si dividono in due squadre e cercano di farsi gol. Nasce così il torball, gioco tipico dei non vedenti, primo sport di squadra per disabili. La tecnologia aiuta a fare sport, senza barriere e senza distinzioni. Chi ne ha paura ha paura del futuro. Ma è la tecnologia che va verso l' uomo, non viceversa.

Indice articoli del 2008 Indice articoli di VARIE

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS