Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747816
Visitatori di oggi 23/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook


Sorprendetevi... ma non troppo! vedenti è un movimento sportivo già affermato anche in Italia.


Da Il Giorno
di Angela Bellarte - (12 febbraio 2007)

MILANO - SORPRENDETEVI, ma non troppo. Il tiro con l’arco per gli sportivi non vedenti è un movimento sportivo già affermato anche in Italia.

Fa parte del Cip (Cimitato italiano paralimpico). E adesso i soci del «Gruppo sportivo non vedenti» di Milano avranno la possibilità di partecipare a un corso che farà seguito a due lezioni di prova, una svoltasi a dicembre scorso e l’altra programmata per il prossimo 3 marzo.

«La prima lezione di prova - spiega la responsabile dell’iniziativa, Angela Bellarte - si è svolta alla palestra dell’Istituto ciechi di Milano, ma ora si dovrà trovare una struttura con un poligono vero e proprio per la prossima lezione e per il corso vero e proprio. Durante la lezione di prova abbiamo ottenuto ottimi risultati anche perchè il gruppetto di aspiranti atleti ha le idee ben chiare. Abbiamo imparato prima la componentistica man mano che gli archi venivano montati, poi la tecnica di tiro. Il segreto, infatti, sta nel dimenticarsi del bersaglio».

CI VUOLE FERMEZZA e mano ferma. Una volta imparata la posizione da tenere - continua Bellarte - l’abilità di questa disciplina sportiva consiste proprio nella fermezza con cui la posizione viene mantenuta, mentre l’istruttore indirizza l’atleta sul bersaglio. Non è per niente facile, come invece potrebbe sembrare, ma del resto è la stessa cosa che in effetti fanno gli atleti vedenti. Il non vedente è purtroppo spesso visto come un "superman" o come un "essere" incapace delle funzioni più normali, due estremi entrambi errati. Il tiro con l’arco è una dimostrazione di quello che sembra impensabile, e invece si può fare semplicemente mettendosi a farlo, forse con un briciolo di fatica in più e qualche accorgimento tecnico, ma una cosa in cui qualunque persona normale può cimentarsi: anche un "normalissimo" non vedente».

Indice articoli del 2007 Indice articoli di VARIE

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS