Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747811
Visitatori di oggi 18/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Immagine di uno sciatore

Ancora Silvia, oro all'azzurra in gigante


Da Superabile
di Gabriele Del Grande - (17 marzo 2006)

Parente e Migliari conquistano il primo posto nello slalom gigante categoria visually impared, davanti alla francese Casanova, protagonista di una grande rimonta.

Terza medaglia a Torino per la sciatrice milanese, che però medita il ritiro.

Giornata di soddisfazioni per lo sci italiano: altre cronache nello SPECIALE di Superabile SESTRIERE - Silvia Parente c'è. E' suo l'oro olimpico dello slalom gigante visually impared.

Già bronzo in discesa libera e in super gigante, l'atleta milanese non vedente, classe 1969, si è confermata prima della classe grazie alla guida del fidanzato Lorenzo Migliari.

Miglior tempo al traguardo della prima manche, una discesa perfetta, una sciata che non ha tradito lo striscione dei fans milanesi e emiliani che dalle tribune recitava "Silvia semina Lorenzo!".

Gara contenuta nella seconda manche, dove la sciatrice ha gestito il vantaggio ed è riuscita a stare davanti a tutte nonostante il recupero di 3,50 secondi della francese Pascale Casanova.

"La pista della seconda manche era più adatta alle B3, era molto veloce e diretta" ha commentato Lorenzo Migliari, la guida della sciatrice non vedente, riferendosi alla categoria delle atlete con un decimo di vista.

E infatti al cancelletto di partenza della seconda discesa la francese Casanova ha detto in tono scherzoso a Silvia: "Non pensare che ti lasci vincere!".

Il suo notevole recupero non è stato tuttavia sufficiente, è rimasta dietro di 0,27 secondi alla Parente, mentre la terza, Sabine Gesteiger (Austria) è arrivata a 1,32 secondi. Silvia è la sola B1, ovvero totalmente cieca, sul podio, la seconda della sua stessa categoria - Alba De Toro - è dietro di 40 secondi. Per l'azzurra la vittoria rappresenta il culmine di una lunga carriera.

E' il suo primo oro olimpico ma aveva già vinto un bronzo in slalom a Lillehammer (Norvegia) nel 1994 ed era arrivata 4° a Nagano (Giappone) nel 1998, mentre non si contano i successi ad altissimo livello: 5 ori, 5 argenti e un bronzo in coppa Europa, 2 ori e un bronzo in coppa del mondo e un argento ai mondiali del 2004.

"Questa vittoria la dedichiamo a tutta la squadra e ai nostri familiari" ha commentato a fine gara Lorenzo Migliari.

Una vittoria che sarà anche l'ultima della lunga carriera di Silvia, sembra definitiva infatti la decisione di lasciare il circo invernale:

"Non ho rimorsi pensando di lasciare le gare, ma ormai sono stanca".

All'azzurra piacerebbe allenare o lavorare come fisioterapista o massaggiatrice. Ma intanto preferisce non pensare troppo al domani e concedersi una vacanza:

"Siamo in partenza per il Brasile la prossima settimana".

Sull'organizzazione delle paralimpiadi l'atleta esprime soddisfazione:

"Sono state un'occasione importante e spero che servano a cambiare l'immagine di questi sport.
Non lo dico solo per muovere gli sponsor e la pubblicità, ma perché abbiamo bisogno che si metta in moto tutto quello che ruota intorno alle strutture, dall'accessibilità degli impianti ai rinforzi giovani".

Indice articoli del 2006 Indice articoli di Sci

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS