Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747816
Visitatori di oggi 24/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Immagine di uno sciatore

PARALIMPIADI - Silvia baciata dalla celebrità chiede attenzione per i ciechi


Da La Tribuna di Treviso - (14 marzo 2006)

TORINO.

Il cellulare trilla in continuazione: c'è chi vuole il suo autografo e chi vuole farsi immortalare accanto a lei e al fidanzato Lorenzo Migliari, con il quale fa coppia fissa nella vita e nello sci.

Silvia Parente, bronzo nella discesa libera per disabili visivi, è il personaggio dei Giochi Paralimpici, quantomeno per l'Italia. La festa che alle Olimpiadi che non c'è stata per Giorgio Rocca, nè per Blardone o le sorelle Fanchini, finora è tutta per lei, per questa minuta milanese cieca dall'età di due anni, che ama lo sci e la vela. E c'è tanta ammirazione per la vicenda personale, quella umana e sportiva costruita con Lorenzo, sua fedelissima guida sulle piste di sci.

Silvia è stata la prima azzurra a salire sul podio di Torino 2006 nello sci alpino e la serata è stata lunga domenica sera. La loro storia d'amore è una pagina intensa di queste Paralimpiadi, come il gesto dell' hockeista innamorato che sabato a Torino ha voluto urlare al pubblico la sua proposta di patrimonio alla fidanzata che è arrossita sulle tribune.

«Certo, non mi aspettavo tanta popolarità - racconta la discesista azzurra - mi hanno letto le prime pagine di quotidiani importanti. Si parlava di me, della mia gara, di me e Lorenzo, delle Paralimpiadi: è tutto bellissimo, sono contentissima, ringrazio tutti».

La stessa attenzione Silvia la chiede nella vita di tutti i giorni: «Ci sono ancora tante barriere - dice - anche nelle grandi città per chi è disabile. Ma basta poco per migliorare la nostra quotidianità: i sensori acustici alle fermate dei mezzi pubblici e agli attraversamenti pedonali, per esempio, aiuterebbero chi non ci vede o vede poco».

Il fidanzato Lorenzo annuisce: «Ogni giorno Silvia viaggia sulla metropolitana di Milano, in mezzo alla confusione. La gente si scusa, per carità, ma ogni giorno è una fatica».

Indice articoli del 2006 Indice articoli di Sci

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS