Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747812
Visitatori di oggi 20/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Immagine stilizzata di una battuta di baseball

Baseball, una gara al buio nel segno dell'integrazione


da Superabile (27 maggio 2005)

Giocatori vedenti bendati per seguire le regole del baseball dei non vedenti. A Cernusco sul naviglio (Milano) il 28 maggio la prima partita tra due squadre integrate. I Thunder five, in testa al campionato di categoria, daranno una dimostrazione di questa variante tutta italiana dello sport nazionale di Cuba e degli Stati Uniti.

di Paolo Menzione

La passione a volte porta a realizzare grandi sogni, anche quelli apparentemente più impensabili. L'ingegno poi dà una mano, l'entusiasmo fa tutto il resto. E' il caso di alcuni ragazzi non vedenti che da qualche anno hanno trovato il modo di praticare il loro sport preferito, il baseball, in una versione leggermente diversa, con qualche ausilio uditivo e regole a parte. Ma sempre di baseball si tratta: il campo a diamante è lo stesso, così come la mazza, i guantoni e il cappellino. Si distinguono leggermente la pallina, che è dotata di sonagli per intuire meglio la traiettoria, e il campo, che termina tra la seconda e la terza base. Poi cinque giocatori non vedenti sono affiancati da due vedenti che battendo le mani suggeriscono la direzione della palla.

Inoltre: "Giochiamo senza lanciatore: facciamo cadere la palla a terra e poi la battiamo con la mazza. Comincia così la gara tra attacco e difesa fino all'ultimo inning". A parlare è Francesco Cusati, presidente del Gruppo sportivo non vedenti Milano e giocatore del Thunder's five, una delle cinque squadre che si affrontano in campionato e nella Coppa Italia organizzate dall'Aibx (associazione italiana baseball giocato da ciechi). Ora la squadra milanese di Cusati sarà protagonista di una gara speciale in programma a Cernusco sul Naviglio il 28 maggio nell'ambito della settimana dello sport. "Alcuni giocatori del Milano Thunder's five - spiega Cusati - daranno vita a una partita dimostrativa e in seguito si integreranno in due squadre composte anche da chi vede. Questi ultimi, che fanno parte di una equipe di baseball amatoriale del posto, verranno bendati e giocheranno con le regole del baseball per ciechi. Sarà l'occasione di mostrare un forte esempio di vera integrazione nel mondo dello sport".

Dopo questa giornata speciale i Thunder riprenderanno ad allenarsi per le prossime gare del campionato (partecipano anche Bologna White sox, Empoli Aquilone, Fiorentina BXC, Cvinta Ravenna). Si allenano in un campetto di una squadra gestita da Faso, il batterista di Elio e le storie tese, che è un grande appassionato di questo sport, mentre le partite vere e proprie i Thunder le giocano al Kennedy, il tempio milanese del baseball. "E' un grande onore e un bel traguardo", sottolinea Cusati, che per promuovere questo sport, nella sua versione tutta italiana per non vedenti, è andato in tournée fino a Cuba, dove il baseball è lo sport nazionale, e in Ungheria. Cusati ha 35 anni e di mestiere insegna informatica in un istituto per ciechi.

"Nel '98 sono stato a Bologna per un corso di informatica e lì sono entrato in contatto con dei ragazzi non vedenti che giocavano a baseball. Sono nel capoluogo emiliano i pionieri di questo sport: è stato inventato nel 1994 su una splendida intuizione di alcuni giocatori degli anni '60, capeggiati da Alfredo Meli, una vecchia gloria della nazionale. Quando mi hanno invitato a giocare mi son detto: 'questi sono tutti matti'. Poi mi sono appassionato anch'io e quattro anni fa abbiamo fondato la squadra a Milano. Ora siamo in testa al campionato".

Immagine stilizzata di una battuta di baseball

Il baseball è per tutti, ecco la dimostrazione


da futurhandsport.net (27 maggio 2005)

Appuntamento sabato 28 maggio a Cernusco sul Naviglio per un insolito incontro tra atleti ciechi e... bendati

Prendi una squadra di baseball con giocatori non vedenti. Mettici anche che si tratta dei Milano Thunder's five, squadra regina indiscussa della classifica del campionato italiano. Prendi una squadra di baseball amatoriale, composta da uomini e donne: l'Abc di Cernusco sul Naviglio, che partecipa al campionato lombardo. Bendala e falla scendere in campo giocando con regole un po' diverse da quelle a cui è abituata, quelle del baseball per ciechi. Il risultato? Da... vedere.

Sicuramente sarà l'occasione di mostrare un forte esempio di vera integrazione nel mondo dello sport, nonostante la tutt'altro sottile ironia che viene da parte dei Thunder's: «La condizione primaria sarà quella di bendare i vedenti e lasciarli correre all'impazzata lungo tutto il perimetro del campo fino a quando i volontari della croce rossa non li raccoglieranno stremati».

L'appuntamento è per sabato 28 maggio, alle 15, sul diamante del Centro sportivo di via Buonarroti, a Cernusco. A promuovere l'iniziativa l'attivissimo Gruppo sportivo non vedenti Milano, del presidente-giocatore Francesco Cusati, nell'ambito della terza settimana dello sport organizzato dal Comune lombardo.

Il baseball giocato da ciechi nasce a Bologna nel 1994, da un'intuizione di alcuni giocatori degli anni Sessanta, capeggiati da Alfredo Meli (vecchia gloria della nazionale) e si sta sempre più diffondendo. Dal 1996 si svolge anche un campionato e una coppa Italia organizzato dall'Aibxc, l'Associazione italiana baseball giocato da ciechi, che vede attualmente cinque squadre affrontarsi in incontri di andata e ritorno.

Per maggiori informazioni: contattare Francesco Cusati, cell. 328 7766360.

Immagine stilizzata di una battuta di baseball

I Thunder's Five alla Settimana dello sport


da La Gazzetta della Martesana On line (26 maggio 2005)

C’è una grande novità nel palinsesto della manifestazione organizzata dal Comune: un mini Nell’ambito della Settimana dello sport, classica kermesse di fine primavera promosso dal Comune di Cernusco sul Naviglio, si inserisce quest’anno un nuovo appuntamento. Sabato 28 maggio, dalle 15, il diamante di via Buonarroti ospiterà una partita di baseball per non vedenti. Gli atleti che scenderanno in campo sono tutti tesserati con i Thunder’s Five, una società milanese che durante l’anno partecipano al Campionato nazionale di categoria. Nel 2004 i Thunder’s hanno conquistato la Coppa Italia e il torneo del Decennale, dimostrando tutto il loro valore a livello nazionale. Questi generosi ragazzi sono allenati da ex giocatori di serie A e da Eugenio Brivio, che è anche presidente dell’Amatori baseball Cernusco, meglio conosciuta in città con la sigla Abc. Questa

disciplina è stata fortemente voluta da Alfredo Meli, ex giocatore del Bologna, che per primo ne ha stilato le regole adattandole agli amanti del baseball privi della vista. La manifestazione del 28 maggio vedrà opporsi due squadre, che giocheranno per cinque inning: i vincitori di questo incontro (per tre inning) se la vedranno con l’Amatori baseball Cernusco, che partecipa al Campionato amatoriale lombardo. Nell’occasione gli atleti cernuschesi giocheranno bendati.

«L’obiettivo di questa manifestazione -spiega Eugenio Brivio- è dimostrare alla cittadinanza il valore degli atleti che praticano baseball seppure non vedenti e sperare che in un prossimo futuro questa realtà possa trovare un suo spazio fisso all’interno del centro sportivo comunale di Cernusco. In questo senso qualche segnale incoraggiante è già arrivato dall’assessore allo Sport Ciro Angrisano».

Indice articoli del 2004 Indice articoli di baseball

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS