Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747816
Visitatori di oggi 23/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Immagine di una battuta di baseball

È fresca d’inchiostro l’ultima riga dell’albo d’oro della Coppa Italia di baseball non vedenti


Da "Il Giorno" (11 ottobre 2004)
di Liala Moioli

MILANO : «2004 - Milano Thunder’s Five». È fresca d’inchiostro l’ultima riga dell’albo d’oro della Coppa Italia di baseball non vedenti.

Dopo Bologna, Firenze ed Empoli, il quintetto lombardo ha conquistato il primo titolo. Un successo rincorso da quando, nel 1998, sono stati tra le quattro squadre che hanno dato vita al primo campionato italiano, cui si è aggiunta la Coppa Italia.

"Ci siamo caricati nella semifinale contro Bologna (campione d’Italia in carica, ndr) - racconta Francesco Cusati, 33enne interbase del Milano -. Loro si sono schierati al gran completo, ma nella prima ripresa ci siamo portati subito sul 5-0, e il risultato è rimasto così fino alla fine, con noi in difesa per manifesta superiorità».

Più veloci di un tuono, è proprio il caso di dirlo, i Thunder’s five sono così approdati in finale contro la Fiorentina. Sulla carta, tutti i pronostici a favore. E così è stato: nonostante la partenza sprint dei fiorentini, una volta all’attacco i milanesi hanno ribaltato le posizioni fino a chiudere 7-4.

«Ci siamo tutti espressi al meglio - racconta Maurizio Scarso -, a partire dal capitano Francesco Cusati che in difesa ha recuperato una miriade di palline, aiutato da Claudio Levantini e Rollye Vasquez. Io e Loredana Ruisi abbiamo dato man forte in attacco». Ha avuto la sua parte di gloria anche Cristiano Tedoldi, entrato in squadra da pochi mesi: nervi saldi e riflessi pronti, nella finale è riuscito a bloccare una battuta di Ribolla che sarebbe finita fuoricampo.

A sollevare la prima coppa Italia c’era anche Diego Chiapello, che ha esordito proprio nella finale bolognese. «Dobbiamo la vittoria anche ai nostri allenatori - continua Scarso -, Daniele Crippa, Simone Morelli, Eugenio Brivio, Dario Rossi, Angelo Novali e Lorenzo De Regny».

Domenica si torna sul diamante bolognese di Casteldebole per festeggiare i primi 10 anni dell’Aixbc (Associazione italiana baseball ciechi).

> Proprio qui, il 16 ottobre del 1994, si giocò la prima partita di questo sport, riadattato a misura di chi non vede: non c'è il lanciatore (il battitore si «alza» da solo la palla), la prima base e la palla sono sonore, in campo è presente anche un giocatore vedente che fa da suggeritore.

Indice articoli del 2004 Indice articoli di baseball

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS