Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747816
Visitatori di oggi 22/11/2017 : 1

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Immagine stilizzata di una battuta di baseball

MILANO — Ci voleva una bella giornata di sole autunnale per far tuonare i Milano Thunder’s five


Da "Il Giorno" (20 ottobre 2003)
di Liala Moioli

E così ieri, dopo una stagione uggiosa, i nove del batti e corri meneghino finalmente ce l’hanno fatta, vincendo il Torneo Mignani di baseball non vedenti.

Una giornata intera a correre attorno al diamante del campo Kennedy, in una competizione che è un po’ la summa dell’intero campionato: presenti (e battute) le migliori squadre del panorama nazionale, dalla Fiorentina BxC al Bologna white sox e, infine, l’Aquilone red sox di Empoli.

Prima una vittoria di misura contro Bologna, 4-3, poi la netta supremazia sull’Empoli, battuto 3-0 (ma mancava l’uomo di punta, Luigi Abate), e infine l’1-1 con Firenze: «Loro hanno fatto subito punto nel primo inning - spiega il milanese Francesco Cusati -, nel secondo li abbiamo raggiunti, e, visto che nel terzo il risultato è rimasto invariato, abbiamo deciso di non fare la "bella", tanto ormai avevamo matematicamente vinto».

Per sfatare tutti i luoghi comuni, la migliore in campo è stata una graziosa fanciulla, Loredana, premiata come migliore battitrice: «E’ un vero cecchino! E ha la potenza di un uomo - esclama il compagno di squadra Claudio Levantini -: se fossi dall’altra parte, avrei paura».

In quel turbinio di personaggi che compongono i Thunder’s five, non poteva mancare un tocco di stravaganza «esotica». Ed ecco entrare in gioco il peruviano Rollie Vasquez: «Adesso grande fiesta! - è il suo inno di vittoria - Mi sono buttato nel baseball perché loro sono miei amici, facevamo già altre attività insieme, e io sono uno che vuol provare sempre cose nuove. Così, con questo sport, ho scoperto il piacere di correre liberamente a mille, da solo, senza la paura di farmi male o di scontrarmi con gli altri giocatori. Io sono piccolo, veloce, corro molto... anche nella vita: voglio giocarmela». Di professione Rollie è fisioterapista, «ma niente massaggi ai compagni di squadra! Almeno la domenica, il lavoro non lo voglio nemmeno sentir nominare», scherza, confessando anche aspirazioni «artistiche»: «Mi piacerebbe diventare uno chef: la cucina italiana mi affascina». Ma il suo piatto preferito è il peruviano «sevice»: pesce crudo cotto con limone e spezie piccanti. I sapori di casa non si tradiscono mai.

Indice articoli del 2003 Indice articoli di baseball

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS