Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747814
Visitatori di oggi 21/11/2017 : 1

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Immagine stilizzata di un cavallo

Manifestazione di equitazione per non vedenti a Merate


Da "Il Giorno" (10 ottobre 2001)
di Stefano Benzi

MERATE (Lecco) — Cavalli guida per i ciechi: non è una battuta, ma è certamente un gioco; un gioco, quello dell’equitazione, che i non vedenti dimostrano di seguire con grande attenzione e che proprio in Lombardia vede nascere una scuola di una certa importanza.

Di recente, presso il centro ippico dell’Agriturismo Fattoria Laghetto di Merate, si è tenuta una manifestazione ippica interamente dedicata a cavalieri non vedenti, ed è stata un grande successo. A organizzarla, il «Centro ippico sportivo Città di Milano» nel tentativo, ambizioso, di far conoscere la specialità per inserirla nel novero delle attività patrocinate dalla Federazione italiana sport disabili.

Francesco Cusati, presidente del Gruppo sportivo, parla dell’evento con grande entusiasmo: «Abbiamo accolto appassionati arrivati da tutta Italia creando, nonostante l’inclemenza del tempo, un appuntamento davvero importante. Intorno all’equitazione per disabili c’è un’attenzione crescente, ma occorrono gli eventi per dimostrarlo». I non vedenti si avvicinano ai cavalli con grande entusiasmo e rispetto:

«Sono animali straordinari», spiega Marco Casati, il responsabile dell’agriturismo che da anni abbina all’attività agonistica quella di terapia riabilitativa e motoria. E continua: «Pochi sanno che i cavalli vengono utilizzati per la riabilitazione spinale e che nelle patologie psichiche, soprattutto con i bambini autistici, sono un infallibile grimaldello che sblocca complessi meccanismi mentali. Il cavallo non sa di avere di fronte un disabile, ma sa di dover fare un lavoro e tiene a farlo molto bene».

Le gare di equitazione per non vedenti si svolgono su un percorso di dressage non meno impegnativo rispetto ai percorsi per gli atleti normodotati. Unico aiuto, un richiamo da parte delle guide sui vari ostacoli che si presentano sul percorso. Cavallo e cavaliere si guidano vicendevolmente al traguardo:

«La nostra speranza è che l’equitazione venga presto inserita tra le manifestazioni sportive destinate ai non vedenti e ai disabili - conclude Francesco Cusati - così come accade in gran parte d’Europa. La Lombardia sotto questo aspetto si dimostra capofila, l’augurio è che molte altre regioni ci seguano».

L’impegno sui cavalli da parte degli atleti è straordinario, ma non meno ammirevole è l’attenzione degli animali la cui sensibilità consente forse di intuire qualcosa: «I cavalli non si rendono conto di essere condotti da un atleta non vedente. Sotto questo aspetto c’è il rischio che ogni cavallo interpreti la gara alla sua maniera, in modo magari anche irruento. Perché i cavalli sanno di gareggiare, e credo che come noi non amino perdere. Ma per questa particolare attività siamo attentissimi nello scegliere un cavallo che offra un carattere disponibile e docile, sempre e comunque».

Indice articoli del 2001 Indice articoli di equitazione

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS