Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747813
Visitatori di oggi 21/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook


Smile

Gennaio 2016, Settimana Bianca del GSD non Vedenti Milano.


Ora è sicuro, definitivo, ufficiale: sulle piste di Fondo si mangia meglio che su quelle di Discesa!

Ricca di bei personaggi anche quest'anno, la nostra Settimana Bianca!: tornano Ale e Elisa che, dopo qualche anno, sono di nuovo con noi sulle nevi di Predazzo. E, siccome sanno che si mangia meglio, vengono a fare Fondo!

Torna Anna, che, dopo aver esordito lo scorso anno con il week end di Nordic, si ritrova con una montagna poco meno verde di allora... Lei in effetti va a fare Discesa ma non conta, non si ferma neanche a mangiare! Come si fa a non fermarsi a mangiare? Non siamo venuti apposta?... Ehm... Ah, no.

Ci sono i soliti Coccolini, e a loro potete chiederlo se si mangia bene a Passo Lavazzè, sulle piste di fondo, basta guardare la splendida forma del Coccolino... Splendida forma tonda!Sono dei veri esperti!

Ci sono i Presidenti: Florinda va a fare discesa ma lei è sempre un po' a dieta quindi non conta... Ma Francesco viene a fare fondo!

Poi c'è Silvana, ci sono Bruno e Diego che devono fare un allenamento mooolto speciale; c'è Attilio e a volte anche la Gio, che diserta dalla Discesa... Sarà mica perchè qui si mangia meglio? ...

C'è Livio, che viene per la prima volta quindi non ha assaggiato le pappe della Discesa, ma non ci pare scontento di quelle del Dolomiti! Per intanto, si è accorto che a fare fondo si fa una bella fatica! Infatti si reintegra!

C'è ovviamente Martina, che sappiamo benissimo che apprezza tutto, piste, pappe, montagne e, speriamo, compagnia, visto che torna ogni anno dalla Germania sia per la Settimana Bianca che per il Nordic estivo!

Ci sono Elisabetta, i fratelli Marco e Francesco e Silvia e poi Carla: da lei proprio non ce lo aspettavamo, una bolognese DOC... Tutti fanno Discesa... Buuuu.... Ma solo perchè non gli piace fare Fondo, mica perchè si mangia meglio, che credete!

Ovviamente c'è Davide che raccoglie il branco, gli piace mangiare bene e fa Fondo! E c'è il nostro convocato speciale, Valeriu, che, essendo Rumeno, è superpartes e può dircelo con sicurezza: farà un po' di Discesa e un po' di Fondo, così alla fine sapremo!

Bellissime come ogni anno le piste della Valle, ne discesisti ne fondisti possono lamentarsi, mai! Neve quasi tutta sparata, è vero, ma perfino la Marcialonga, di solito ancora pochissimo sistemata a questo punto del mese, quest'anno è quasi tutta perfetta. Forse sapevano che i nostri si devono allenare? Sì, perchè Bruno e Diego, come accennavamo, passano la settimana a fare tecnica a Lavazzè, e poi a fare pratica su alcuni tratti della Marcialonga, con quelle che saranno le loro guide, in Marcialonga! A botte di trenta chilometri alla volta, ci raccontano. L'occhio lungo di Davide, a tavola, svela che le mani di Diegone non hanno i calli del fondista però... Vabbè, ci crediamo lo stesso ai trenta chilometri, e Dav ci assicura che i calli, in gara, gli verranno!

Anche se Predazzo ci accoglie con un giorno di inusualissima pioggia invernale, gli irriducibili escono comunque, ma ci mettono poco a ridursi... A pinguini bagnati. Se portavano il bagnoschiuma si facevano anche la doccia!

I termosifoni si riempiono di abiti fradici, se non ce n'è abbastanza, basta buttare quelli del compagno di camera dalla finestra!

Alcuni che la doccia preferiscono farla in camera al caldo decidono di passare la giornata all'asciutto: per far finta di essere sportivi tentano una sortita alla pista di pattinaggio, che è prevedibilmente chiusa di mattina, e alla fine passano la giornata in chiacchiera davanti a birre e pappe... Volevamo solo far un favore alle nostre guide, poverine, perchè farle bagnare tutte? Noi saremmo usciti si-cu-ra-men-te! E non c'è neanche bisogno di buttare il compagno di camera dalla finestra... Cioè, le divise bagnate dalla finestra!

Da martedì la Val di Fiemme riluce in tutto il suo splendore bianco... Di margherite! I discesisti vagano tra le piste del Lusia e del Cermis, come prova abbiamo questa foto di Flo, Alberto, Gigi e Betta, non sappiamo però chi l'abbia scattata: "Carla, tu aspettaci alla fine della pista, che così quando arriviamo ci fai la foto!" Dicono i 4. Lei va, a sinistra, loro vanno, vanno vanno... A destra!

Florinda, Elisabetta, Gigi e Alberto sulla pista di discesa.

Ah, le nostre splendide guide, pronte a tutto, dal sopportare tappe di bombardini, arestare in attesa di 4 sciagurati dimentichi, a ripristinare reti di protezione di cui la nostra Flo ha voluto provare l'efficacia... Ehm... in faccia. Ad Alberto tocca fare il carpentiere, ma la Flo per farsi le labbrone sexy poteva scegliere un estetista e un rossetto! Comunque, visto il test, sugli impianti le reti le hanno proprio cambiate, alzate e rinforzate. Io mi farei pagare per il collaudo!

Francesco guidato da Marco nella discesa.

Sulle piste di discesa succede davvero di tutto: "Anna, lo sai che a volte gli scarponi da sci, a furia di caldo e freddo, di freddo e caldo, si spaccano? Sai, si aprono proprio in due." Dice Carla in tono discorsivo alla sua compagna di camera.

In effetti fanno uno strano rumore gli scarponi di Anna, se li sente un po' larghi, quasi leggeri... No, tranquilli, non si è mica rotto uno scarpone, si sono rotti tutti e due! Spaccati proprio secondo le previsioni... Non potevamo continuare a parlare delle margherite?... Momento di legittimo sconforto, perplessità nel dover affrontare la pista praticamente senza le suole, ma la nostra Anna è una dura e, una volta al sicuro, bando alle perplessità, un paio di scarponi nuovi fiammanti e gli occhi che luccicano per la voglia di provarli! Però, magari... Non chiedete a Carla cosa succede alle seggiovie con il caldo e il freddo...

Anche alla Betta succedono cose strane: forse BigFoot voleva cambiare sci perchè uno dei suoi attacchi diventa del numero 45; forse poi non gli sono piaciuti perchè l'altro non l'ha toccato. Ripristinati, purtroppo però nessuno si è accorto che si è anche mangiato le viti della talloniera! Forse non proprio tutti ma quasi tutti sapranno che normalmente uno sci va dove va il piede che sta sullo sci. La Betta si accorge cosa succede quando la talloniera se ne va a zonzo, e il piede pure... Recuperata la Betta, lo sci, la talloniera, e qualche vite, si può per fortuna continuare! Non è che la Carla aveva parlato anche delle viti vero?

Intanto, lentamente e subdolamente, piccoli individui maligni si spargono per il Rosa... Qualcuno arrivato raffreddato pensa bene di andare in bagno turco per eliminare i germi... Che, contentissimi, si spargono entusiasti per tutto il bagno turco, trovando nuove ignare case dove insediarsi! Dobbiamo chiedere a Renato di installare un rilevatore di germi in presauna, che blocchi l'accesso agli infetti! Qualcuno se la cava mangiando leggero un paio di giorni, tanto poi si rifà!, qualcuno deve comprare fazzoletti, qualcuno approfitta dell'acquisto e li scrocca... Insomma, i subdoli piccoli individui cominciano a mietere vittime, mentre tra i tavoli della cena si scambiano medicine: tachipirina, spray all'echinacea, caramelle per la gola, fermentini...

Coccolino sul ponticello della marcialonga con cascatelle di ghiaccio

Ma noi siamo sportivi e il giovedì, sotto un cielo bigio ma ancora amichevole, c'è chi si butta sulla Marcialonga, e la Coccolina, dopo aver congelato la sua guida storica Caos per tutta la settimana con le sue andature molto soft, riserva lo stesso destino a Cristian Zorzi, meno male che gare non ne fa più così se si congela pazienza!

Proprio mentre i fondisti di Lavazzè hanno organizzato un brunch sulla neve, cioè, sulle margherite: come d'uso Bruno, Dilorenzo e le altre guide portano vinello, speck, pomodorini piccanti, 'nduia... N'duia? vabbè, li perdoniamo, per scaldare le orecchie dei loro atleti!

Siamo agli ultimi due giorni, e stamattina sbuffi di neve salgono da Passo Feudo... Vorrà dire qualcosa? Il sole è tornato, splendido, sfolgorante, a splendere e sfolgorare sulla valle... E sugli atleti gelati, il termometro è sceso repentinamente, meno nove a Predazzo! E il vento tagliente, oltre che giocare con la neve sul Feudo, impedisce alla temperatura di raggiungere numeri un po' più prossimi allo zero...

Ma i falchetti trovano termiche per veleggiare sopra i prati, e i fondisti si fanno le ultime sgambate con tutte le variazioni rimaste possibili sulla piana di Lavazzè; con il coccolino che per finire in bellezza inventa un nuovo stile, la spina di pesce per frenare in discesa... Provare per credere!

E i discesisti hanno smesso di giocare con reti di sicurezza, scarponi vecchi e nuovi e con gli attacchi degli sci, e fanno le persone serie sulle piste!

Florinda si gode una delle ultime salite in seggiovia, tutto intorno è silenzio, serenità, solo il vento tra le fronde canta con il rumore di un ruscello, come essere avvolti dall'acqua tintinnante.... Acqua? Flo, dobbiamo preoccuparci? Non eri sulla seggiovia? Dove cavolo ti ha portato Alberto?

Un intermezzo culturale interrompe le compere di abbigliamento supertecnico, di strudel, di kaisertorte: siamo invitati a visitare il Museo della Finanza, con un pazientissimo finanziere che, oltre a mostrare reperti, raccontare aneddoti, assicurarsi che le mitragliatrici siano scariche prima di darle in mano al Presidente... Si sa mai... Si presta anche a fare da colonna sonora cantando con bella voce le canzoni dell'Arma. Meno male che il Presidente non le conosce e non si è unito... Ehm.

Giunge così il momento della cena conclusiva, la solita caotica, allegra, sconclusionata riunione finale a cui abbiamo invitato tutti i nostri amici di questa settimana perchè si ascoltino anche loro il discorso di chiusura del Presidente Cusati, -che soffrano anche loro... Ehm... - con l'assistenza della mascotte di quest'anno, Livio: Degia, Bruno, Tarcisio, Paolo, Caos, Dilorenzo, Marco Larger, marco Mosca, Edoardo, Alberto, Gigi, Fulvio, D. B., Fabrizio, Cristian, Claudio, chi per un giorno, chi per più, chi addirittura con noi da pensionato felice! Perchè ci sia ancora qualche momento pergodersi la loro compagnia prima di salutarsi.

Abbiamo perfino un suonatore di fisarmonica che, insieme a Degia con la chitarra, accompagna la cena, e un paio di ballerini coraggiosi! Il Tagliaferri è l'unico che guida proprio fino in fondo, anche la Silvana e la Coccolina a ballare!

E' mattina, gli ammalati hanno riposto i termometri e le pastiglie, le valige sono state smistate sui rispettivi automezzi, Carla sta ancora litigando con le sedie che Ale e Elisa sono venuti a comperare in un negozio del paese.... Speriamo che la prossima volta non passino al tavolo... Ehm.

Ora non resta che aspettare fra due settimane, e seguire i nostri amici che si sono fatti apposta le gambe per partecipare alla grande avventura della Marcialonga; beati loro che tornano ancora qui a mangiarsi due giorni di pappe!

Perchè il nostro amico Valeriu ha tirato le somme della settimana sciistico-gastronomica, e finalmente lo ridiciamo, convinti, definitivi, assoluti: non ci sono dubbi, sulle piste di Fondo si mangia meglio!

Guarda un video della discesa caricato da Francesco.

Angela Bellarte

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS