Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747813
Visitatori di oggi 21/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook


Londra Campionati del Mondo Triathlon sprint

Venerdì 13 Settembre 2013


Dopo mesi di preparazione e dopo la partecipazione ai campionati europei in Turchia, eccomi all’aeroporto di Orio al Serio con il mio compagno di viaggio, Claudio, di tante avventure sportive ed il nostro ingombrante ma inseparabile tandem, destinazione Londra alla partecipazione ai mondiali di triathlon con distanza sprint (750 mt. A nuoto – 20 km. In bici – 5 km. Di corsa).

Dopo due ore di volo arriviamo all'aeroporto di Stansted, dove ci attende il transfer che ci accompagnerà al nostro Hotel sito dinnanzi ad Hide Park, ovvero il luogo dove si svolgerà la gara nonché lo stesso dove si sono tenute le Olimpiadi 2012.

Il tempo è sgradevole, umido e freddo e la pioggia ci accompagnerà per tutti i giorni seguenti.

Mercoledì pomeriggio, io e Claudio, lo dedichiamo ad una piccola sgambata in Hide park; rientrati in hotel il tempo di una doccia calda, una cena, ed un briefing con il tecnico, ci congediamo dagli altri amici e andiamo a riposare.

La mattina seguente partecipiamo ad una riunione che per argomento ha l’antidoping ove la presenza è obbligatoria.

Visto che rientriamo presto ne approfittiamo per montare il tandem ed eseguire una prova sul percorso dove Claudio noterà subito la presenza di un paio di curve pericolose nonché l'asfalto scivoloso causa la interminabile pioggia.

E' Venerdì e la sveglia è impostata alle ore 7:00 A.M., colazione e subito una seduta in piscina dove io e Claudio proviamo un nuovo stile di nuoto causa cambiamento dei regolamenti. La nuova metodologia sarà un nuoto fianco a fianco e non più in scia, ma non basterà perché conseguentemente saremo penalizzati sul tempo finale.

Ore 11.00 A.M. pranzo

Ore 12.30 P.M. ci dirigiamo verso il campo gara con un ora di anticipo dalla partenza. Notiamo che da quest’anno i controlli sono considerevolmente severi, e che la lunghezza della corda non sarà stata più di 1,50m ma sarà stata di 1m.

I giudici di gara ci fanno notare che i nostri nomi scritti sulla zona lombare dei nostri body sono troppo grandi e che per questa volta ci lasceranno gareggiare ma le dovremo modificare più in là.

Ore 14.00 P.M. lat emperatura dell’acqua è pari a 16,7 °C e la stessa esterna è pari a 18°C , la pioggia che ci perseguita; la categoria TRI 6 A è la prima a partire quindi siamo i primi a dare il via alla manifestazione.

Iniziamo nuotando fianco a fianco ma le nostre difficoltà riscontrate la mattina riemergono,

Alberto e Claudio con la muta appena usciti dall'acqua

Usciamo dall’acqua attardati rispetto le nostre previsioni e faccio presente a Claudio, di avere l’impressione di non aver nuotato bene e mentre ci dirigiamo di corsa verso la bici mi accorgo che la zona cambio è posizionata molto lontano dall'acqua e in una zona piena di fango, cosa che risulterà molto pericolosa per molti gareggianti.

Alberto e Claudio corrono verso la zona cambio per prendere la bici mentre cercano di sfilarsi la muta correndo.

Preso il tandem iniziamo a pedalare e dopo pochi chilometri, causa dosso, cade la catena di trasmissione e ci obbligherà a fermarci per qualche minuto.

Alberto e Claudio in zona cambio che corrono con la bici per lasciarla nella sua rastrelliera.

Rientriamo in zona cambio per lasciare la bici e iniziare a correre, ma la mia disattenzione di slacciare il casco prima di lasciar il nostro tandem ci penalizzerà di 30secondi sul tempo finale.

Alberto e Claudio in zona cambio mentre hanno appena finito la frazione in bici e stanno mettendo le scarpe da correre.

Finiremo la gara al nono posto nonostante tutte le difficoltà riscontrate.

Per la prima volta in un campionato mondiale di paratriathlon sono stati presenti 217 atleti disabili provenienti da 30 paesi diversi, un vero record!

Scarica il documento Classifica TRI6A maschile - File .pdf Circa 36,81 Kilobytes

Alberto Ceriani

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS