Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747813
Visitatori di oggi 20/11/2017 : 1

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook


PREDAZZO, 5-9 LUGLIO 2013


Finalmente, arriva Venerdì pomeriggio! Si parte!

Come ogni anno, partiamo alla volta di Predazzo, per un weekend lungo di passeggiate, aria buona e… mangiate!

Siamo in 24, suddivisi fra pulmino e automobili: ci sono gli affezionati, e alcune newentry come Sergio e la sua famiglia, Luca di Lecco e Consuelo di Bologna, un’amica di Carla, una delle nostre guide sulle piste di discesa durante la settimana bianca.

Il viaggio procede senza intoppi e, verso le 19.45, arriviamo al Rosa, nostro hotel ormai familiare e consolidato. Questa volta, dato che siamo tanti, non alloggiamo tutti in hotel, ma, alcuni di noi, vengono sistemati presso un bed and breakfast chiamato “Lerois”. Si tratta di un piccolo albergo, dove si può dormire e fare colazione. La proprietaria, Gabriella, ci consegna le chiavi della stanza e della porta d’ingresso, in modo che possiamo rientrare quando vogliamo, senza che nessuno ci debba aspettare.

Dopo cena, Alberto, il capo guide, ci illustra il percorso che faremo il giorno successivo e ci si dà l’appuntamento per l’indomani, dato che siamo un po’ stanchi per il viaggio.

Sabato mattina, ci risvegliamo freschi e riposati, pronti per camminare e godere del paesaggio, ma prima, Gabriella, ci fa gustare per colazione le sue specialità appena preparate: una crostata appena sfornata, affettati di ogni tipo, e una magnifica frittata, che ci dà il giusto sostentamento per la nostra passeggiata.

Oggi andiamo verso il lago di Cece e ci fermiamo a mangiare in uno dei rifugi della zona. Alla sera, torniamo stanchi ma confortati da una bella passeggiata in mezzo ai boschi.

Scendendo dal col margherita verso il rifugio Larisei, tra le montagne appare in tutto il suo splendore un bellissimo laghetto!

Domenica, dopo un’abbondante colazione preparata sempre da Gabriella, partiamo per una camminata che ci porta al confine con la provincia di Belluno e al rifugio “resei”. Chiara ed io, che percorriamo sentieri poco difficoltosi, ci fermiamo presso la funivia che porta a Falcade, mentre altri proseguono per sentieri più impervi e scoscesi. Ci fermiamo a mangiare al rifugio, gustando piatti tipici come polenta, cervo, canederli ed altri ancora. Nel pomeriggio rientriamo e, per chi ha voglia di faticare ancora un po’, è prevista una puntata ad una palestra di Cavalese, per un’arrampicata, ossia si sale imbragati con delle corde speciali; alla sera, ci si trova poi tutti nuovamente al”Rosa” per la cena.

La bellissima vallata che si apre sotto la cima del Cermis.

Lunedì è prevista una lunga passeggiata di 3 ore circa, al “Cermis”, partendo da 1200 metri di quota, per arrivare ad un’altezza di 2000 metri circa. Per chi è allenato, il percorso arriva fino a 2300 metri di altitudine oppure, per i più pigri, c’è una seggiovia che porta alla meta prevista per il pranzo. Al ritorno, prendiamo invece l’ovovia che ci riporta alle macchine che avevamo posteggiato presso il punto di partenza del percorso.

Lungo la passeggiata che passa per la girandola di Predazzo si può ammirare una vallata da cui si vedono case e pratoni.

Siamo ormai a Martedì ed è già ora di tornare a Milano. Prima di partire però, ci concediamo un’ultima passeggiata per i boschi, per respirare ancora un po’ di aria buona. Fulvio, la mia guida, mi presenta 2 sue amiche, Emanuela e Roberta, che questa mattina verranno con noi a fare l’ultima camminata. Vengo a sapere che Emanuela è un’istruttrice di nordikwalking, la camminata per i sentieri con i bastoncini, mentre Roberta è una semplice appassionata che prova per la prima volta a fare da guida a persone ipo e non-vedenti.

Il gruppo di poliziotti e di Non Vedenti a pranzo al campeggio di Romano.

Prima di ripartire per Milano, ci concediamo un ottimo pranzo presso il campeggio di Romano, una delle nostre guide invernali, e di sua moglie, sindaco di Predazzo.possiamo così gustare canederli al formaggio, gnocchetti con speck, formaggi e salumi locali e persino dolci e gelati, tutto ottimo!

Sono le 3 e mezza ormai, ed è ora di partire. Siamo tutti dispiaciuti perché purtroppo la vacanza è terminata; lascio sempre un po’ di me, fra queste stupende montagne; torneremo presto comunque, per poter vivere ancora molte altre emozioni.

Giovanna Tamagnini

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS