Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747777
Visitatori di oggi 20/10/2017 : 1

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook


I mondiali di sci alpino per disabili del Sestriere


La prova di slalom gigante svoltasi sabato 22 gennaio, ha chiuso le gare del programma mondiale IPC di Sestriere 2011.

Un pubblico attento e caloroso ha applaudito ed incitato i 102 atleti al via , impegnati nella loro ultima fatica.

E' stata inoltre la giornata della festa che ha riunito tutti nel Gala serale, aperto alle delegazioni dei 23 paesi partecipanti ed agli oltre 160 volontari ed addetti che hanno reso possibile una manifestazione così impegnativa dal punto di vista organizzativo.

Il gigante ha visto nelle categorie Visual Impaired la presenza di Gemma Pedrini e della sua guida Ivan Morlotti , e di Gigi Bertanza affiancato da Adam Pesenti.

La giovanissima Gemma era reduce dalle finali di Coppa del Mondo disputatesi a Zoncolan (UD) il 9 gennaio, dove ha conseguito un prestigioso terzo posto assoluto. In quell'occasione però, uno stiramento agli adduttori l'ha costretta ad un riposo forzato, mettendo in forse la sua partecipazione ai Mondiali, e le ha impedito di prendere parte allo speciale del 20 gennaio.

La sfortuna è sembrata continuare a perseguitarla perchè la mattina del gigante in questione si è presentata alla partenza influenzata e febbricitante.

L'allenamento del giorno precedente la gara si era svolto in condizioni proibitive, con una temperatura di venti gradi sotto zero! Gemma non ha voluto mancare all'appuntamento, " Gareggio ugualmente, non importa se ho la febbre!" ha dichiarato.. E nonostante fosse all'esordio in questa impegnativa competizione ha portato a termine le due manches senza errori, entrando a tutti gli effetti nel ristretto novero delle migliori atlete al mondo, con un onorevole settimo posto sulla difficile ed altamente tecnica pista Olimpica del Sestriere.

Per quanto riguarda Gigi ed Adam non hanno nascosto nei giorni di allenamento la loro ambizione ad un risultato prestigioso. Atteggiamento di chi è consapevole delle proprie possibilità e ben conosce la caratteristica del Campionato Mondiale che assegna il titolo in un unica prova. Hanno perciò impostato una gara d'attacco facendo registrare un primo intertempo di valore assoluto, che li proiettava fra le coppie in lizza per il titolo.

Una gara così interpretata aumenta di parecchio i rischi e le possibilità di errore. E purtroppo il salto di una porta ad un passaggio decisivo del tracciato è risultato fatale..

Nei nostri occhi è impressa ancora l'immagine di Gigi che si rialza e cerca di risalire verso la porta per poter proseguire, anche se ormai il sogno iridato era irrimediabilmente svanito. La caduta successiva e la perdita di uno sci lo hanno costretto al definitivo abbandono.

Due grandi atleti, Gemma e Gigi, che ci hanno dato una testimonianza dei valori più alti dello sport, primi fra tutti la dedizione e lo spirito combattivo, l’abitudine a non arrendersi di fronte alle difficoltà che li rende vincitori nella vita prima ancora che nello sci,

Un grazie di cuore a loro ed alle loro guide!

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS