Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747833
Visitatori di oggi 11/12/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook


GIOIE e DOLORI, cronistoria semiseria del tour della Val Varrone e salita al mitico Pizzo dei tre Signori.


Sabato 25-07-’09 ore 9.30

Dopo aver atteso Con un po’ di ritardo tutti i partecipanti, Antonio, Francesco, Florinda, Elisabetta, Alessandro, Franco, Ivana, Diego, Giovanna, Loredana, Attilio, Giorgio, Maria Teresa, Armando B., Marco, Silvia, Emilio, Luca, Francesca, Claudia, Anna, Davide B. e Davide Q.,  (altri tre, Massimiliano, Fabio e Armando, ci raggiungeranno la sera al Santa Rita), partiamo da Premana, zona industriale. Il tempo splendido ringalluzzisce i nostri spiriti.

La salita al rifugio della Val Varrone e’ quasi tutta nel bosco, solo la parte finale che posta all’alpeggio è ampia e il miraggio di un pasto a base di qualche leccornia locale sprona anche gli ultimi ritardatari.

Il gruppo di eroi in bassa valle!

Un meritato riposo prima della salita alla ex miniera di ferro del CALEOTTO, dove come apprendisti minatori percorriamo il solo tratto agibile. Ora ci attende il tratto che posta al rifugio S. Rita mt 1999, dove ceniamo e pernottiamo.

L'eroico gruppo del Pizzo dei Tre Signori, percorre il suo itinerario in fila indiana.

Si sa nei rifugi si va a letto presto ma alcuni di noi anticipano questa decisione., be’ non si puo’ dare loro torto. Domani sveglia alle ore 5 per questa nuova avventura al Pizzo dei Tre Signori mt 2550.

La partenza alle ore 6 e la prima sosta avviene al Rifugio Falk mt 2115 per disbrighi fisiologici.

Elisa si arrampica sulle rocce verso il Pizzo dei Tre Signori

Ripartiamo tra sfasciumi che ci portano all’erta finale dove come novelli Messner saliamo queste rocce e aiutandoci con le mani, con le ginocchia e……. la faccia raggiungiamo l’agognata cima. La felicita’ e’ sul volto di tutti.

L'eroico Gruppo giunto in vetta al Pizzo Di Tre Signori!

Sono le ore 10.30 ma ci si butta sui panini che ci sono stati dati non so’ se per fame o per alleggerire il peso degli zaini.

La sosta è breve. Il percorso di ritorno sarà lungo, nubi grigie avvolgono la cima quasi a voler presagire una difficile discesa?

Con la tecnica del gambero si superano i tratti più ripidi e dopo un po’ di fatica raggiungiamo di nuovo il Rif. Falk con qualche contuso. Be’ che avventura sarebbe stata….!

Ora ci attendono altri 1400 metri di discesa !!!

La discesa al Rif. Varrone con stoici feriti al seguito e’ di nuovo fatta sotto il sole. Ci attende ora l’ultimo tratto, gli acciaccati avranno a disposizione l’esperienza della discesa in jeep, gli altri cercheranno di equipararsi ai contusi stancando ulteriormente le loro membra. L’ultimo tratto sino al parcheggio macchine viene fatta per forza d’inerzia e come reduci della campagna di Russia…pardon della Val Varrone raggiungiamo il meritato “cambio degli scarponi“.

Un ringraziamento a tutte le guide del posto, agli organizzatori, ai vecchi e nuovi amici.

Oggi 26-07-’09 abbiamo camminato per 12 ore.

Ciao a tutti.

Meditate gente….meditate….

Per rivivivere l'avventura al Pizzo attraverso le foto e le parole di Francesca... clicca qui e scarica il file di Powerpoint. (Circa 6,5 Megabytes)

Giorgio Veronesi

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS