Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747780
Visitatori di oggi 23/10/2017 : 2

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook


Manie di grandezza sotto il cielo di Milano!

E un urlo.... "Voglio diventare anch'io come Jack!" Ma chi è Jack?...


Milano, 5-6 aprile 2008.

Primo Torneo Internazionale di Showdown. Dunque... gnocchi allo zafferano e tortellini panna e prosciutto... fritto di pesce o scaloppine... ah no, questo era dopo! prima...anno 2007...

Troppo alla lontana? Ma tutto è cominciato lanno scorso, quando il CIP ci ha dato in comodato d'uso il maledetto tavolo.... ehm... il tavolo da show down... si è formata una squadra che ha voluto assolutamente andare a vincere i Campionati Italiani fino in Sicilia categoria femminile e maschile... purtroppo... e così non ce lo siamo più schiodato...tutti che comperano palette e guanti... addestrato un arbitro... e la mania di grandezza continua: "Primo Torneo Internazionale della città di Milano!".

La malsana idea sarà anche venuta a Domenico Leo, ma un bel po' di pazzi gli sono andati dietro...

Foto di gruppo al torneo di showdown... da Sinistra: L'ospite Aldo, Silvia, Marco, Angela, Attiglio, Alessandra, Claudio, Michela, Domenico, Jose, Simone

la squadra si è rinforzata e gli allenamenti intensificati... due giorni alla settimana! otto giocatori! Settimane di preparativi, per fortuna le strutture utilizzate solitamente per il torball si dimostrano molto disponibili per ospitare il grande evento, grazie al bell'impianto della palestra Forza e Coraggio di via Gallura... non lo sapevate a cosa andavate incontro, eh? e grazie al ristorante dei gnocchi...

Ecco, è tutto pronto.

Domenico Leo avrà il sangue in gelatina, come principali promotori e organizzatori lui e Alessandra Martinelli, nostro speciale interprete con l'estero, aspettano trepidanti l'inizio del tutto... e probabilmente la fine, pregando che tutto vada bene! Poi devono pure giocare!

I giocatori di Lodi ci hanno pure prestato il tavolo supplementare, meno male che non se lo sono dovuto portare i siciliani... e l'Italia è ben rappresentata, come giocatori, non come tavoli, sia dal sud che dal nord. 16 giocatori italiani, ma vi aspettavate una compagine così numerosa di stranieri? Svedesi, olandesi, finlandesi... romani, perfino un mantovano!

Insomma, 6 ragazzi e 4 ragazze dal nord Europa che si sono beccati 2 giorni di sole stupendo a milano, e anche quasi tutte le medaglie... Caro Domenico, la prossima volta gli Olandesi li inviti ancora?

Giocano tutto il sabato i pazzi, da questa giornata escono i nomi per i gironi alti, ma si definiscono anche le parti basse della classifica, chi sperava domani di riposare se lo scordi, domani si gioca tutti!

Una telefonata a chi è rimasto a casa... ma davvero il Leo ha vinto tutte le partite?... Ma avete pagato gli arbitri?...Ehm....

Così finisce a tavola la prima giornata, ci si racconta le partite, si cerca di capire come ci si è piazzati... Qui ci sono idee un po' confuse, il respiro ancora un po' accelerato per l'emozione e i pensieri vanno un po' a zonzo vagando..., forse i ragazzi stanno ancora cercando la pallina del Jack? sì sì, proprio quella, quella che in partita è stata sparata fuori dalla finestra... la finestra era chiusa... il buco prima non c'era... Ma insomma, come vi siete piazzati? Tutte le ragazze sono passate, vabbè, le ragazze erano di meno ma intanto loro non si sono fatte eliminare!

Però anche i ragazzi si sono tolti la soddisfazione di battere qualcuno dei mostri sacri del nord, o di giocare partite quasi alla pari e perse per un pelo. Così hanno ragione gli occhi di brillare di gioia e di soddisfazione!

Così ha ragione la tensione di essere ancora alta anche domenica, tremano ancora le mani dei giocatori, tremano i vetri delle finestre... Forse il Leo non ha più tempo di preoccuparsi dell'organizzazione perchè deve preoccuparsi che sta continuando a vincere tutte le sue partite e adesso deve battersi con l'altro finalista.... indovinate un po'? Non ve lo diciamo!

Prima c'è la finale femminile, e la Michelina ci è andata così vicino! Ma il suo quarto posto dietro alle nordiche è strepitoso! la finale si gioca al meglio delle tre partite, e viene da pensare che durerà un sacco... non importa quanto dura, è semplicemente inchiodante, stupefacente, emozionante! La palla che viaggia con la velocità del lampo e la leggerezza e la precisione di un chiururgo!

Ieke Wiersma Olanda vincitrice. Heidi Torn Finlandia finalista.

Siamo commossi, increduli, entusiasti!

Ah sì, c'era la partita del Leo... Vi ricordate quello che ha spaccato il vetro con la pallina? Ecco, quello è l'altro finalista...

Domenico e Jack in finale... alla sinistra domenico con la paletta in attesa, a destra, Jack, Mentre davanti, un gruppetto dei nostri e' raccolto.

Tutti pronti? Vi state mangiando le unghie? Il Leo non può perchè ha su il guanto... Non dura molto: ci vuole un time out Italia, ci vogliono due partite... ma ci vorrebbe un applauso a ogni tiro, ci vorrebbe un istante di tempo fermato su questo gioco che è anche meglio di quello delle ragazze che ci aveva estasiato... Il Domenico ci prova, e sarà l'emozione, sarà la tensione diventata insostenibile, sarà che qui c'è poco da fare... Quando uno è grande è grande, ragazzi, e quando il Jack mette l'ultimo punto non si può fare altro che scoppiare in un applauso... E un Urlo roco dal Coccolino: "Sì! Voglio anch'io diventare come il jack!"

bravi, bravissimi tutti e due, bravissimo Domenico che forse può anche farsi scappare qualche lacrimuccia di calo di tensione... bravissimo questo immenso jack... Però ce lo potevano anche dire prima che è il Campione del Mondo!

Lasciateci ancora un po' di elettricità, lasciateci ancora un po' di adrenalina in circolo e di occhi lucidi, ci sono le premiazioni e una medaglia per tutti, ci sono ancora applausi e ovazioni e ringraziamenti speciali a Roberto Rossi che ha radunato gli arbitri, con l'Alessandra che traduce per tutti gli ospiti. C'è Francesco Mondini, Presidente del CIP Lombardia, che consegna le medaglie, c'è la grandiosa padrona di casa della Forza e Coraggio Wirna Duca che non ci fa pagare il vetro rotto... Ci sono tutti i volontari...

E poi c'è un filo di tristezza perchè stanno già smontando i tavoli, perchè adesso è finito, perchè i ragazzi ripartono e queste giornate finiscono nei ricordi... Ricordi di scambi di gioco frenetici, di ragazzi conosciuti magari di striscio ma simpatici, vivi, strepitosi, che hanno mostrato a noi poveri neofiti le vette da raggiungere... Sfavillano di desiderio gli occhi dei nostri giocatori!

Dunque, dicevamo, gnocchi allo zafferano... Ecco, adesso sì, vi abbiamo raccontato tutto, della promessa dell'alba, del trionfo del giorno e della malinconia della sera...

Tutto è andato benissimo, l'organizzazione ha funzionato a puntino, il Leo si accende una sigaretta e si rilassa coccolando la sua medaglia d'argento...

Ma ecco che c'è una nuvoletta sulla sua testa... no, non è il fumo della sigaretta... è il pensiero dell'organizzatore Leo che già viaggia al futuro... Internazionali... Italiani... Europei.... Mondiali!!!

E la mania di grandezza continua...

Angela Bellarte

Indice articoli del 2008

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS