Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747811
Visitatori di oggi 18/11/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook


Settimana Blu - Sardegna 1/9 - 8/9 2007 - Settima Parte - Fate quel che dico, ma non dite quel che faccio!

Venerdi' 7 settembre 2007


7 Venerdì. Oggi la banda se la prende comoda, dopo l'ennesimo colpo basso di Pietro che sparpaglia toast alla pancetta a colazione c'è il bus che alle 9.15 ci aspetta per portarci alla famosa spiaggia di Stintino, la "Pelosa".
Ci hanno detto che è una delle località più rinomate della Sardegna, ma ci hanno anche detto che è piena peggio di Rimini. Mo ci andiamo e vediamo!

Oggi riabbiamo con noi Valentina, e in più si è aggiunta Nadia, l'altra cantante, se ci ricordiamo giusto. Forse non saranno gran chè come guide ma sono di compagnia e poi oggi sappiamo a cosa ci serviranno le ragazze... C'è qualcuno che sulle due belle fanciulle ha dei programmi ben precisi... E non pensate subito male!

Sbarchiamo dal bus e ci sciroppiamo qualche decina di metri a bordostrada sotto il sole che già dardeggia, si prospetta una giornata fantastica! Una passerella ci porta sulla sabbia verso i nostri lettini! Ok, lettini ce n'è per tutti... Anche per un altro cinque o seimila persone... Insomma... Effettivamente è un po' affollato... Simone, qui il risveglio muscolare o lo facciamo sui lettini o facciamo senza...

Il gruppo percorre il lungomare verso la spiaggia che li accogliera'. Sotto il mare azzurrissimo chiama, mentre in lontananza fa capolino la torre di osservazione.

Intanto molliamo i bagagli sulle sdraio e andiamo in ricognizione.
Sì, confermiamo che la sabbia è proprio bianca.
Sì, confermiamo che l'acqua è davvero stupenda.
Sì, confermiamo che la spiaggia è davvero "pelosa"!

E andata così: c'è una torre d'avvistamento che serviva contro i Saraceni, su una specie di isolotto non molto distante da riva, e guarda caso noi ci volevamo andare. Però non ci si può andare all'asciutto, o ci si va a nuoto o si prova a guado... dice il Presidente... e noi non ci fidiamo del Presidente che assicura che si arriva tranquilli camminando nell'acqua. Infatti abbiamo ragione noi, il fondale si alza e si abbassa spostandosi anche solo di mezzo metro, e qui la Rosa che senza le scarpe non ha i centimetri se la deve nuoticchiare, meno male che è capace!, e qui il Davide che ha la macchina fotografica che non sa nuotare deve tornare indietro... Il Fra la Barbara e il Diego che vogliono fare gli sboroni se la fanno a nuoto, bastava stare qualche metro più lontani da riva, e fanno pure prima. Sì perchè noi l'ultimo tratto ce lo dobbiamo fare a gattoni per non spaccarci sul fondale pietroso.... e peloso!

Guarda un po' qua, ma le pietre sono davvero pelose! Ci sono delle piante acquatiche come filamenti di muschio lungo e resistente che incrostano le pietre, meno male perchè sono afilate come vetro! Non voglio sapere cosa sembriamo noi che un po' andiamo a quattro zampe e un po' ci lasciamo scivolare camminando sulle mani sdraiati piedi in avanti, per il noto assioma che è meglio picchiare i piedi che la zucca... Visto che l'acqua verso riva è così bassa!

Onestamente è anche divertente... Ci viene solo un dubbio... Perchè noi procediamo con queste andature fantasiose mentre il Lorenzo vicino a noi se la cammina tranquillo in posizione eretta?

Dalla spiaggia di stintino, si vede oltre il mare blu' l'isolotto che ospita la torre di avvistamento.

Finalmente sbarchiamo sull'isolotto della torre! Ovviamente la torre la vogliamo vedere, peccato che non si possa entrarci, per chi non lo sapesse le porte di queste accidenti di torri sono sempre a qualche metro da terra. La Gio vuole arrampicarsi e a guardare le pietre sovrapposte ci sono tanti scalini carini, ma a guardare gli spigoli delle pietrazze viene da dire che senza le scarpine da arrampicata uno si fa anche un po' male!

Però intanto le pietre le possiamo almeno assaggiare... sanno di caldo e di sale! Ok ragazzi, le pietre sanno anche di caldo ma qui l'aria è freschina, noi siamo tutti bagnati, e non si può neanche saltellare per scaldarsi perchè sotto i nostri piedini è tutto uno sbriciolio di sassolini e sassetti e sabbiolina puntuta che si conficca nella carne in maniera poco gradevole. Tanto abbiamo visto che la torre non la possiamo scalare, all'Asinara non ci possiamo andare perchè è l'isola che sta più lontano e per arrivarci si deve proprio nuotare, quindi ci possiamo ritenere soddisfatti e tornare indietro.

La spiaggia di stintino, e piu' in la', spunta dal mare l'usola dell'Asinara, o isola Sinuaria.

La Flo decide che è più decoroso unirsi ai nuotatori, speriamo che non si perdano al largo!

Gli altri invece ricominciano il guado cercando la lingua di fondale più alta per gattonare, scivolare, saltellare sulle punte o nuoticchiare quando non si può fare a meno! E magari anche scroccare un passaggio tenendosi alle spalle di qualcuno più abile! Che bello!

La banda ritrova sotto i piedi la sabbia, quella soffice e morbida che ti scivola via tra le dita rapita dalle onde lunghe e dolci... Ritroviamo anche la baraonda degli altri bagnanti e ritroviamo anche le nostre sdraio con i sacchetti della pappa! I panini sono anche tanti, la frutta va bene e anche il dolcino anche se è confezionato, ma il formaggio... ma non lo sanno all'albergo che il formaggio magari se lo lasci al sole si squaglia? Oh be, noi mangiamo tutto lo stesso!

Poi con lo stomaco caldo di pappa e di caffè al bar e la testa calda di sole si presentano diverse opzioni: un po' di ragazze organizzano una spedizione a caccia di bancarelle, ce n'è anche una galleggiante su un pedalò ormeggiato appena dentro l'acqua...

tornano con magliette dipinte a mano e non si sa che altro; alcuni della banda fanno il primo turno di pedalò, l'Asinara forse è un po' troppo lontana per un povero marinaio d'acqua dolce come il Genio, non vuole neanche mollare i pedali e la barra del comando per paura che gli orbi lo ribaltino nelle stupefacenti profondità blu dove pesci divertiti dai poveri umani galleggianti mangiano il prosciutto elargito dalla Nucci. Non ti preoccupare Genio, sei in buone mani....!

Al largo, scivola supra sa stupenda acqua azzurrissima del mare, il pedalo' con qualche coraggioso a bordo.

Qualcuno intanto pisola e poi parte con il secondo turno di pedalò, il Mao e la Gio si fidano della Manu, e va bene, e del Simo, e qui è già un po' più incomprensibile.... e se ne vanno in canoa fino all'Asinara! ma non vale! Anche noi volevamo la canoa!

E qualche altro coraggioso, fende l'acqua remando su di una velocissima canoa!

Allora ci consoliamo con un ultimo bagno, stacchiamo i piedi dalle soffici onde di sabbia del fondo e ci lasciamo andare al caldo abbraccio dell'acqua limpida...

Qualcuno invece è già proiettato alle partite di Coppa Italia che aspettano molti di noi al rientro alla civiltà... Genio! Lorenzo! Ma la volete finire?

E poi.... Il pomeriggio sta per volgere al termine... Ecco quello che maturava da tutta la settimana.... Ecco quello che intorbidiva i pensieri di uno di noi... Ecco che una mobilitazione generale monta la scena del crimine... Ecco che abbiamo capito quale era il ruolo della Valentina e della Nadia oggi!

Insomma, parliamoci chiaro chiaro, non è che qui a Stintino ci fosse proprio bisogno di spiegamento di guide, la spiaggia è tutta qui e ognuno si è fatto bellamente i casi suoi tutto il giorno... Ma adesso è giunta l'ora!

Il Davide e il Simone trovano la bottiglia... Le ragazze sono pronte e smaglianti nei loro bikini appariscenti e nei loro sorrisi seducenti, il Diego ha reverentemente scartato il tabacco... Ecco a voi, Signore e Signori, nella splendida cornice di Stintino, sabbia bianca e mare blu, il quadro emblema della nostra vacanza! "Bacco Tabacco e Venere, la Chiara riduce il Genio in cenere!"

Dai chiara, non fare così, è sempre tuo marito quello lì con una sventola su un ginocchio e una svinfera sull'altra, non puoi non guardarlo più solo perchè oltretutto ha in bocca un sigarazzo e in mano la bottiglia della sambuca....

Il Genio, inginocchiato sulla bianchissima spiaggia, tutto sorridente, col suo cappellino, se ne sta beato tra Nadia e Valentina. Un sigaro gli pende dalle labbra, mentre con una mano mostra la bottiglia di sambuca vuota. Un mare azzurrissimo canta allegro alle loro spalle!

Ti avevamo avvertito che andare in bacanza con gli orbi può essere dannoso! Ma che bello il Genio in versione hard!

Così, con questa ultima scena di Stintino a scaldarci il cuore, ce ne torniamo al pulman cotti dal sole e ubriacati dal mare... o dalla sambuca... anche se il Davide dice che la bottiglia era già vuota..., pronti per affrontare in albergo l'ultima serata, l'ultima battaglia con gli antipasti e i dolci, la serata elegante dove ognuno darà il meglio di sè!

Tutti belli freschi e elegantissimi, c'è un attimo di suspence in sala da pranzo... la Chiara avrà perdonato il "vizioso"? Perchè noi sappiamo una cosa che ancora voi non sapete...

Dopo la cena, tutti sulla solita terrazza, il Genio si prepara per un discorso... il Genio e la Chiara oggi fanno l'anniversario di matrimonio! Non vi diciamo quanti sono perchè sono fatti loro, ma vi diciamo che intanto abbiamo scroccato tutti un giro di mirto, che non è male; poi la Gio ha distribuito dolcetti sardi e anche questo è una cosa molto carina, poi dal pianobar è arrivata una canzone dedicata che però non si è mica sentita tanto perchè facevamo casino; e poi vi diciamo che il Genio e la Chiara sono ancora bellissimi e ci è piaciuto proprio tanto averli in questa settimana, insieme a tutti gli altri amici vecchi e nuovi, il Piero con la Marta e la Ros, il Davide, la Manu e il Simo, il Lorenzo e l'Alice, la Rosa, i genitori del Mao e della Gio che sembra siano sopravvissuti egregiamente, il Matteo, che hanno sconvolto Capocaccia in questi giorni!

Non resta che finire la serata con un altro giro di mirto, i Coccolini vogliono anche loro la foto trasgressiva con il Coccolino sigaro e la Coccolina mirto nel suo vestitino nuovo...

Il coccolino appoggiato alla coccolina, si fuma il suo ultimo sigaro della vacanza, mentre la coccolina si riscalda a sorsi di mirto!

mannaggia ma che freddo che fa, ragazze, e noi siamo qui tutte vestite di tulle per i nostri uomini! Sarà per questo che la Barbara si ingolla un bicchiere di mirto alla goccia? O per dimenticare che alla fine non ha sposato mustafà?

C'è qualche saluto da fare perchè qualcuno parte prima...

E poi c'è il sabato mattina con le camere da finire di pagare, i bagagli da radunare, c'è da fare scorta di tutti i profumi stupendi di sale e di erbe aromatiche, ci sono il sole e il mare della Sardegna da salutare con un ultimo bagno per un paio di coraggiosi... o pazzi!

Ragazzi, niente tristezza, questa è stata solo la prima settimana blu della nostra storia, la prima di un sacco di altre, e vedrete cosa salterà fuori!

... E speriamo solo che le bottiglie di mirto arrivino vive a Milano...

Buon rientro a tutti!

Angela Bellarte

Indice articoli del 2007

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS