Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747814
Visitatori di oggi 21/11/2017 : 1

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

Capitan Cusati mi dice: "Vai leva!, fallo tu il pezzo sulla Silvia...". Io gli faccio pur presente che sono arrivato, piuttosto strategicamente con quella mezzoretta di ritardo che mi ha permesso di saltare a pie pari tutti i discorsi ufficiali. Faccio una faccia piuttosto contrita dimenticando per un attimo che con il Cusati serve a poco, ma intanto fra me e me penso: "..questa volta la scampo.". Lui sorride sornione, mi appoggia una mano sulla spalla e mi dice: "Dai Leva, non fare quella faccia, uno come te ce la può fare."

Parente-Migliari, una festa tutta d'oro!!!

Dioli, Cannavo, Masto Grassia

Grande festa all'Istituto dei Ciechi di Milano in onore di Silvia e Lorenzo. Presenti l'assessore Dioli, il Presidente del Coni di Milano Filippo Grassia, Candido Cannavò e Rodolfo Masto, ma soprattutto un sacco di amici delle due star!

La festa si è aperta con una breve introduzione del padrone di casa, Rodolfo masto, che con la solita puntualità e precisione ha sottolineato come un hanicap fisico non si accompagna quasi mai ad un deficit delle prestazioni della persona portatrice di quell'hanidcap, siano queste prestazioni sportive o di qualsivoglia genere.
"L'Istututo dei Ciechi di Milano, la 'Casa dei Ciechi...'"
A questo punto parte l'applauso spontaneo del publico che convince il Dott. Masto ad accorciare di circa 45 minuti il suo discorso introduttivo e la parola passa a Candido Cannavo.

Gli invitati delle prime file hanno già addocchiato il buffett, che sembra far ben sperare per un buon futuro prossimo.

Candido si lancia in una filippica su impegno e dedizione, due qualità che potrebbero sollevare le montagne (chi conosce silvia pensa in quel momento che effettivamente un mezzo miracolo lo hanno fatto) mentre lui prosegue con il classico: "Per esempio nel '79 quando ho intervistato Benetti..."
Parte l'applauso spontaneo che convince Cannavo all'astenersi dalla dimostrazione storica della sua tesi sull'impegno e la dedizione.

La voce di tutto quel ben di Dio che c'è da mangiare, dalle prime file si è sparsa in tutta la sala.

L'Assessore Dioli, dopo un breve ringraziamento per il cortese invito, garantisce che democraticità e pluralismo sono le radici fondamentali del suo fare politica.

Filippo Grassia commenta le splendide imprese dei nostri atleti affermando quanto sia importante l'attività sportiva per tutti, disabili e non.

La folla oramai rumoreggia e quando prende la parola Silvia ha solo il tempo di dire: "Sono contenta di essere arrivata una!" poi i più contenti sono i primi che riescono a raggiungere le pizzette e le focacce ancora calde.

La festa poi si dipana fra saluti, abbracci e baci di unumanità varia e felice che magari non si vedeva da tempo immemorabile, oppure si era incontrata solo poche ore prima.
Le storie ed i racconti piano piano si esauriscono, così come le pizzette del buffett ed allora si torna tutti a casa ripensando ad un volto, ad un luogo, a quel venerdì 17...

Scarica l'intervista di Silvia su Radio Popolare

Il Leva

Indice articoli del 2006

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS