Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747833
Visitatori di oggi 11/12/2017 : 0

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook

ormai sarà per sempre Bobby, il ragazzo irruente non segnato dal tempo, e ha il respiro talmente accelerato che non sa se riuscirà a controllare tutta l'aria che sta incamerando.
Vede uomini schierati alla rinfusa davanti al piatto, che aspettano di coprirlo di pugni - i suoi compagni di squadra, non c'è gente migliore al mondo, e le facce hanno un'espressione intensa, sono intontiti dalla felicità che gli è piombata addosso, e gli occhi brillano sotto i berretti.
Ha aggredito il lancio, ha colpito la palla dall'alto in basso e adesso gli fischiano le orecchie e ha un formicolio alle mani e ai piedi. E Robinson è fermo dietro la seconda, mani sui fianchi, a controllare che Thomson tocchi le basi a una a una. Si può quasi vederlo invecchiare, l'intrepido Jack.
Guardate Durocher che sta facendo una giravolta. Russ finalmente si ferma per la prima volta a incassare l'impatto di tutto il rumore che lo circonda. Leo sta ruotando su se stesso nel box del coach. Il manager si è alzato e sta girando su se stesso - sta ruotando a braccia aperte - forse è un'estasi ascetica, una cosa che fanno nelle moschee dell'Anatolia.
La gente si fa un dovere di registrare l'ora.

Don Delillo, "Underworld"

Thunder's Five imbattibili!
A loro il Campionato 2006 AiBxC

Il 'DreamTeam' Campione d'Italia 2006

Dodici successi consecutivi di questa squadra straordinaria, hanno valso il titolo, più che meritato, di "Campioni d'Italia" raggiunto grazie ad una prova di squadra che ha dell'incredibile!

Con tre splendide vittorie ieri, 14 maggio 2006, i tuoni hanno conquistato con una giornata di anticipo il loro secondo scudetto bissando il successo dell'anno scorso.

Da segnalare un'ottima Fiorentina che ha combattuto fino all'ultimo cedendo di misura (4 a 3, 3 a 1 e 2 a 0).

La splendida difesa e l'attacco efficace dei milanesi sono stati gli ingredienti della vittoria che li proietta in testa a punteggio pieno.

In mattinata, invece, i Lampi hanno tenuto testa alla Cvinta cedendo 4 a 1 (con 4 punti dei ravennati all'ultimo inning), 2 a 0 e 2 a 0.

Classifica provvisoria al 14 maggio

1. Milano Thunder's Five 24 punti in 12 partite

2. Empoli Aquilone 10 punti in 9 partite

3. Cvinta Ravenna 10 punti in 9 partite

4. Fiorentina BXC 13 punti in 12 partite

5. Bologna White Sox 2 punti in 6 partite

6. Lampi Milano 1 punto in 12 partite

Un grazie va a tutta la squadra, allenatori e giocatori, che con il loro impegno hanno Un grazie va a tutti, giocatori, allenatori e dirigenti, che con il loro impegno rendono possibile questa splendida avventura sportiva.

Dal sito della Federazione baseball e softball potete consultare la classifica e i risultati del campionato AIBXC Ed ecco la splendida cronistoria di quello che fu il terza base dei Thunder nel 2005 e che, suo malgrado, dovrà scucirsi lo scudetto dalla casacca....

Immaginate di essere un avversario di questa squadra, siete in battuta, avete un tiro molto potente e sapete di averlo; basi piene e la possibilità di fare un punto, quello del vantaggio. Ci sono due eliminati ed è quindi indispensabile arrivare in seconda,ma siete anche un buon corridore e potete farcela.

Battete, e la vostra battuta è una di quelle più che buone, tesa, forte, cominciate la vostra corsa in base mentre la palla compie la sua, scavalcando (non capita spesso) Capitan Cusati,e prosegue verso la seconda linea. Voi state aggirando la base sonora mentre la pallina scavalca anche Cristiano (anche questo non capita spesso). Con una squadra normale tutto sarebbe finito qui. A voi la base, al vostro compagno in terza il punto, ma con i Thunder la storia è ben altra perchè quasi sempre dal cappello a cilindro, dall'estremo del campo, mentre a voi mancano pochi metri per il sacchetto di seconda, una figura dai lineamenti vagamente inca, si alza dal terreno e mette la pallina nel guanto del ricevitore, eliminando voi, rendendo vana la corsa dei vostri compagni e sgretolando tutte le vostre aspettative.

Che dite, sono stato esagerato? Il mio ruolo di ex mi rende poco imparziale? E' vero, quello che ho descritto non capita spesso, ma semplicemente perchè il più delle volte la pallina è preda di Capitan Cusati o di Cristiano.

La squadra dei Thunder's che lancia in aria i cappellini!

E non crediate che cambiare la direzione del tiro riesca a modificare di molto gli accadimenti del racconto, al limite cambiano un po' i nomi dei protagonisti: al posto d Francesco Cusati, mettete quello di Fabio Scali, al posto di quello di Cristiano mettete quello di Loredana e come copertura supplementare potete inserire a vostro piacimento, il Capitano fra la Lory ed il Fabio, oppure il cristiano dietro la Loredana.

Ieri osservavo la difesa dei Thunder ed ho capito cosa vuol dire essere una "squadra". Un modo carino per intuire come, a volte, il tutto può essere più grande della somma delle parti.

Se poi siete in difesa, non crediate di stare molto più allegri, perchè quando in battuta arrivano Francesco e Fabio sono dolori,c'è di buono che con tutti gli altri o sapete difendere bene opure sono punti che fioccano...

Domenica, 14 maggio 2006, una Fiorentina molto in forma, a mio parere la squadra più forte di quest'anno, niente ha potuto fare contro i Thunder's Five la cui capacità più grande è quella di demolire, passo dopo passo, colpo su colpo qualsiasi ostacolo gli si pari davanti.

Il Leva

Indice articoli del 2006

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS