Questo sito fa uso di alcuni cookies per consentire una navigazione utente più agevole. Per maggiori informazioni consulta l'informativa completa.
Continuando la navigazione nessun cookie sarà installato sul browser dell'utente, tuttavia questo banner rimarrà visibile.
Acconsentendo all'utilizzo dei cookies, il banner informativo verrà chiuso. Sarà sempre possibile negare il consenso in futuro visitando la pagina informativa sui cookies.

Logo del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS. Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS
Via Vivaio 7 - 20122 - Milano
Tel/Fax 02 76004839; Email: info@gsdnonvedentimilano.org; IBAN: IT 57 R 03359 01600 100000004341 - Banca Prossima
Menù Principale

Ricevi le news del Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS Via Feed RSS!


 
  Ricerca avanzata

Visitatori dal 17/12/2008: 1747777
Visitatori di oggi 20/10/2017 : 1

Il nostro GSD Su YouTube

il nostro GSD su Facebook


Il Nuoto


Dicono che nuotare è come scrivere o andare in bicicletta; una volta che impari non te lo dimentichi più.

Sarà anche vero, si, ma come per la scrittura ed il pedalare bisogna saperlo fare possibilmente nel modo corretto, e perché no, avere la voglia di esercitarsi e perfezionarsi soprattutto andando a correggere quelle posture od abitudini sbagliate che possono addirittura rendere impraticabile o noiosa questa disciplina che, ricordiamolo, risulta essere tra le più complete in fatto di sollecitazione muscolare, e di sicuro la meno invasiva in quanto l’acqua ti bagna ma non ti fa sudare!

Ed è per questo che abbiamo organizzato questo irrinunciabile appuntamento, per dare la possibilità a tutti di non perdersi la bellezza ed i benefici di questa disciplina.

I corsi sono tenuti da bravissimi istruttori, e badate, ho scritto istruttori non bagnini, ciò significa che loro non si limitano a controllare da bordo vasca che nessuno si scontri o faccia male nel percorrere le diverse corsie a noi riservate avanti e indietro.

Ma dopo un breve esame delle proprie abilità/capacità natatorie, sono pronti e veramente capaci di correggerti laddove necessario o ad insegnarti laddove indispensabile, la tecnica migliore per facilitarti la pratica o iniziarti a questa disciplina.

Oltre ad essere veramente competenti e diretti nelle spiegazioni dei movimenti non solo in modo verbale, sono anche determinati ed inflessibili nel darti gli esercizi da svolgere e non riesci a smuoverli neppure con un sorrisino od un occhiolino fatto attraverso gli occhialini da piscina…se dicono 8 vasche stai pur certo che tante ne dovrai fare, ne una di più, ne’ una di meno, e non c’è sbuffo d’acqua che tenga.

Non vi diremo che non sentirete un brivido di freddo immergendo l’alluce nell’acqua ma è altresì vero che vi basteranno davvero poche vasche (giusto le 8 di riscaldamento che gli istruttori ordinano ops chiedono di fare) per adattarsi subito al nuovo elemento (l’acqua).

Ed il freddo iniziale vi sembrerà solo un ricordo, perché poi la sensazione di essere immersi è credetemi, davvero piacevole anche perché il corpo in acqua quasi perde forma e soprattutto peso e ti concede solo piacevoli emozioni e un senso di leggerezza.

Attenzione che non si creda però che basti galleggiare per perdere realmente peso, nel caso ne aveste bisogno, l’acqua rende leggeri per sua composizione chimica; ma per dimagrire è necessario spostarla l’acqua con bracciate e sgambettate nei diversi stili possibili…

Non possiamo garantire che basteranno poche lezioni per potervi definire nuotatori capaci ma siamo sicuri che se seguirete i consigli dei nostri grandi istruttori potrete senz’altro dire di saper nuotare in modo assolutamente corretto.

I progressi li potrete verificare voi stessi grazie al cambio di corsia, infatti ogni livello è determinato appunto da corsie diverse: si parte da quella dei principianti, ossia coloro che prima del movimento devono imparare la respirazione, cosa assolutissimamente da non sottovalutare e che anzi è alla base di questa disciplina; si continua con la corsia dei più capaci e cioè coloro che invece devono migliorare od imparare le diverse tecniche o i differenti stili; sino ad arrivare a quella dei bravi ovvero quella frequentata da coloro che vengono in piscina per allenarsi e macinano ininterrottamente vasche su vasche senza quasi mai fermarsi…come faranno poi?!

E quando succederà, perché prima o poi succederà, che ti verrà concesso un avanzamento di corsia, e vai con quelli che ovviamente sono già bravi, o comunque più preparati di te, giustamente ti sentirai gasato e vincente, almeno per i primi secondi, perchè poi quando dovrai adattarti a seguire i loro ritmi, la fatica e lo sconforto prenderanno il sopravvento, ma ricorda che non puoi più tornare indietro e non prendertela con gli occupanti della corsia che ti diranno cosa fare perché…sappiate è la corsia che detta i ritmi; gli stili e le regole, e non gli occupanti!!!

Corsia che vai…

Per tutte le informazioni rivolgetevi all'incaricato designato!

Articolo di presentazione originario scritto da Monica De Fazio
Rivisto da Angela Bellarte
Il 04/10/2012.

E noi, proprio noi, non solo vediamo il mondo, ma lo guardiamo dai campi di sci sulle montagne più alte, dalle barche a vela su laghi e mari profondi, dai rettangoli di equitazione, dai diamanti di baseball e dai poligoni di tiro con l'arco, dalle piste di pattinaggio e dai circuiti di atletica, e ancora non abbiamo finito!
Non ci servono occhiali per vedere questo mondo meraviglioso, lo vediamo attraverso lo sport!

Per segnalare problemi, suggerimenti, commenti contatta il WebMaster!
Copyright © 2000 - 2017 - Gruppo Sportivo Dilettantistico Non Vedenti Milano ONLUS